Connect with us

Cronaca

JESI / Ponte via San Giuseppe e periferie, urgono interventi

Dalle due infrastrutture dove si è reso necessario il restringimento della carreggiata al degrado di alcune zone del Verziere

JESI, 13 maggio 2021 – Mentre, finalmente, si procede per dare l’avvio ai lavori per l’abbattimento del ponte San Carlo e la successiva riedificazione, ecco che il Comune e i suoi tecnici sono chiamati ad affrontare altre situazioni di pericolo per gli utenti delle strade cittadine.

Un secondo ponte stradale, infatti, risulta seriamente danneggiato. Si tratta del ponte di via San Giuseppe. Quello, per intenderci, che permette l’attraversamento del viale del Lavoro per chi proviene da San Marcello o dal cimitero cittadino. Stando ad una nota dell’ufficio stampa del Comune, i tecnici hanno «riscontrato un significativo stato di ammaloramento di alcuni elementi della struttura portante del ponte. In particolare – si precisa – il maggior stato di degrado è stato rilevato in corrispondenza delle travi poste ai bordi dell’impalcato».

Andreoli immobiliare 01-07-20
Il ponte ammalorato di via San Giuseppe

Questa situazione è stata oggetto di una discussione in Giunta che, sentiti i tecnici, ha deciso di «limitare il transito dei veicoli alla sola parte centrale del ponte, attraverso un restringimento della carreggiata che eliminerà pertanto la doppia corsia a scendere attualmente presente. Questo consentirà di non caricare di traffico le parti esterne della struttura».

Per restringere la carreggiata di quel tratto di via San Giuseppe sono già stati installati degli indicatori (foto in primo piano) che attualmente incanalano il traffico su un’unica corsia. Dopo questi provvedimenti presi per fronteggiare il momento di emergenza i tecnici del Comune si attiveranno per «definire le più opportune azioni da intraprendere al fine di una piena valutazione della sicurezza del ponte stesso».

Altra situazione a rischio per chi percorre le strade cittadine è rappresentata della situazione in cui versa il sottopasso pedonale di via Marconi: l’ammaloramento è tale da tempo e di recente sono caduti calcinacci sulla scalinata.

Calcinacci caduti nel sottopasso di via Marconi

A questo quadro, che denuncia la considerazione rivolta alle periferie della città, si somma il fabbricato ex Crt di via del Verziere, all’interno dell’area verde, anche questo ubicato lontano dal centro cittadino. Qui si prevede la realizzazione di una scuola, ma se ne parla da tempo senza che i lavori siano mai iniziati.

Sedulio Brazzini

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi