Connect with us

Cronaca

JESI / Qualità dell’aria, 23 mila euro per le centraline di monitoraggio

La Giunta ha approvato la convenzione con l’Arpam, due quelle interessate

JESI, 19 aprile 2021 – Approvata la convenzione fra il Comune di Jesi e l’Arpam per la validazione dei dati delle centraline di monitoraggio della qualità dell’aria per il triennio 2021-2023. È dei giorni scorsi la delibera della Giunta, che con votazione unanime ha approvato il costo di 23.485 euro per il servizio di monitoraggio svolto dalle centraline Jesi 3 e Jesi 4 (rispettivamente ex Seminario di via Roma e zona Coppetella).

Sono 6 mila 400 per il periodo di aprile-dicembre 2021, 8 mila 500 per l’anno 2022 e altrettanti per il 2023.

Andreoli immobiliare 01-07-20

Il Comune di Jesi è dotato di una rete di rilevamento della qualità dell’aria dal 2000, formata da 4 centraline, ora ridotte a due. Rimosse, infatti, quelle di via dell’Agraria e via Leone XIII, in quanto non pienamente funzionanti, richiedendo una manutenzione straordinaria che pesa eccessivamente sul bilancio comunale.

Ora che il monitoraggio e il sistema di trasmissione di dati al server comunale sono stati resi più mirati ed efficienti, il Comune ha avviato con Arpam «un percorso di collaborazione finalizzato a ripristinare la convenzione per la validazione dei dati delle centraline una volta completata la suddetta fase di razionalizzazione», si legge nella delibera.

La centralina di via Clementina sarà dotata di analizzatore di ossidi di azoto, sensori meteo e analizzatore di monossido di carbonio. Quella di via Roma, invece, rileverà le polveri sottili (Pm10 e Pm2.5) e sarà dotata anche di analizzatore di ozono e sensori meteo.

(e.o.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Leggi anche

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  


Meteo Marche