Connect with us

Attualità

JESI / RICORDA LA FUCILAZIONE DI DUE PARTIGIANI: LA LAPIDE VA RIQUALIFICATA

lapide via orfane jesi

Si trova in via delle Orfane e lì furono trucidati nel 1944 i partigiani Armando Magnani e Primo Panti: il consigliere comunale Lorenzo Fiordelmondo chiede di intervenire

JESI, 22 aprile 2019 – La lapide commemorativa di via delle Orfane va sistemata. Il consigliere Lorenzo Fiordelmondo, del Partito Democratico, porta la questione all’attenzione del Consiglio comunale del prossimo 30 aprile.

lapide via orfane jesi

I fori dei colpi che hanno ucciso i partigiani Panti e Magnani

Era l’8 febbraio del 1944 quando un plotone di fascisti al comando del console Gardini fucilò Armando Magnani, partigiano, sotto il muraglione del brefotrofio di via Delle Orfane e via XX settembre.

Il suo corpo resterà abbandonato sul luogo dell’esecuzione fino a sera. Il giorno dopo, il 9 febbraio, nello stesso luogo venne fucilato il muratore jesino Primo Panti, anche lui partigiano, catturato in un rastrellamento a Staffolo.

A ricordo di quei terribili fatti, sul muro in cui poggia la lapide sono ancora visibili i grossi fori dei proiettili risalenti al momento della fucilazione (foto accanto).

Lorenzo Fiordelmondo

Lorenzo Fiordelmondo

«La lapide commemorativa ad oggi risulta non in perfette condizioni – spiega il consigliere del Pd -. Le tracce della fucilazione dei due partigiani, ancora rinvenibili e ben visibili in loco, sono elementi in grado di raccogliere un tratto autentico della storia della nostra comunità cittadina, in occasione dei difficili momenti che precedettero la sua liberazione. La cultura democratica e l’educazione alla memoria della Resistenza sono strettamente connesse  e alimentano i valori dell’educazione alla pacifica convivenza civile. Una vicenda questa, riportata anche quale fatto saliente nella pubblicazione dal titolo “L’anno più lungo (25 luglio 1943 – 20 luglio 1944)” di Giuseppe Luconi, giornalista e memoria storica della nostra città».

Il consigliere pertanto, ha presentato una mozione per chiedere al Sindaco e alla Giunta di attivarsi per un progetto di riqualificazione del luogo della fucilazione dei partigiani Panti e Magnani, «verificando altresì la possibilità di rendere partecipi gli studenti del Liceo ArtisticoEdgardo Mannucci” affinché, attraverso il loro estro giovanile e le loro capacità artistiche, possano conferire maggior lustro alla traccia storico culturale, ancora presente nella nostra città».

Eleonora Dottori

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
  •   
  •  
  •  
  •  
  •   
Continua a leggere
Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ferramenta Sarti - Castelplanio


Meteo Marche

Copyright © 2018 - Tutti i diritti riservati Associazione Culturale Massa Actii - via Roma, 18 - Cupramontana (An) Italy - P.IVA 02573660426 - tel. +39 0731 789023 - Registrazione c/o Tribunale di Ancona n° 1/13 del 14/01/2013 - Direttore Responsabile Oddino Giampaoletti.