Connect with us
TESTATA -

Attualità

JESI / SALUTE MENTALE: LE GIORNATE IN DIRETTA SU “RADIO SENZA MURI”

radio senza muri

Sono quattro i volontari che collaboreranno con la realtà jesina dell’emittente, un periodo di formazione è necessario prima di partire per l’Argentina dove presteranno servizio per un anno a Buenos Aires

JESI, 9 luglio 2019 – La salute mentale e i diritti umani al centro di un percorso di formazione a cura dell’associazione Ya Basta Marche, nell’ambito di Radio senza muri, e della rassegna Malati di Niente di Jesi, partner del progetto.

Saranno quattro i volontari che saranno formati sulle tematiche della salute mentale, della de-istituzionalizzazione e dell’utilizzo del dispositivo radiofonico come mezzo per promuovere lo stare insieme. I ragazzi e le ragazze inclusi nel progetto sono operatori dei Corpi Civili di Pace: partiranno per l’Argentina il prossimo 24 luglio per questo progetto sperimentale promosso dal Dipartimento delle Politiche Giovanili e del Servizio Civile Universale. Un’iniziativa nazionale che vede la collaborazione delle realtà jesine di promozione della salute mentale, del Caffè Basaglia di Torino e di Radio La Colifata di Buenos Aires.

radio senza muriIl programma ha l’obiettivo di promuovere in modo imparziale la solidarietà e la cooperazione, a livello nazionale e internazionale, con particolare riguardo alla tutela dei diritti sociali, ai servizi alla persona e all’educazione alla pace fra i popoli. Ciò attraverso la formazione e l’impiego di giovani tra i 18 e i 28 anni, da impegnare in azioni di pace non governative in aree a rischio di conflitto – o già in conflitto – o in caso di emergenze ambientali in Italia o all’estero.
Complessivamente i progetti coinvolgono quattro volontari in Argentina, due in Ecuador, quattro in Tanzania e quattro in Italia. A collaborare con la realtà jesina di Radio Senza Muri sono Luca, Giorgia, Noemi e Stefania: provenienti da diverse regioni d’Italia, partiranno per l’Argentina dove presteranno servizio per un anno a Buenos Aires, supportando organizzazioni locali, istituzioni e associazioni (tra cui,  Radio La Colifata) che operano per la tutela e la promozione dei diritti delle persone con disagio psichico, in particolare quelle ancora rinchiuse nei manicomi e quelle in fase di reinserimento. Nel 2010 è stata approvata in Argentina la riforma della legge di Salute mentale che prevede strutture alternative e restituisce i diritti alle persone con sofferenza psichica.
Prima della partenza i ragazzi e le ragazze seguiranno la formazione con le coordinatrici del Cesc Project per illustrare la situazione in Argentina: verranno approfonditi aspetti storico-politico-sociali supportati dalla presenza di attiviste argentine di Radio Senza Muri. Inoltre ci sarà un collegamento audio da Parigi con Alfredo Olivera, Radio La Colifata, promotore della Legge di Salute Mentale in Argentina. Venerdì 12 luglio mattina sarà la volta di Radio Senza Muri: insieme al gruppo radio si approfondiranno gli aspetti salienti del Dispositivo radiofonico Gruppale e del progetto politico, etico, terapeutico ed estetico che incorpora.
Nel pomeriggio ci sarà l’intervento della rassegna Malati di Niente: organizzazione attiva dal 2000 a Jesi che si prefigge lo scopo di fare cultura rispetto alla situazione della psichiatria in Italia legata alla rivoluzione  basagliana cercando di costruire una clinica della comunità.
Alla giornata di formazione parteciperanno anche una insegnante del Liceo Classico Rinaldini di Ancona e una psicologa del capoluogo marchigiano per conoscere e approfondire il lavoro di Radio Senza Muri e della rassegna Malati di Niente. Scopo dell’incontro è quello di creare una web radio incentrata su tematiche sociali all’interno delle scuole. Sabato 13 i partecipanti andranno in onda su Radio Senza Muri, la diretta al Campo Boario, e sperimenteranno una  «esperienza innovativa nel campo della salute mentale».

(e.d.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
 
 


Meteo Marche