Connect with us

Cronaca

JESI / Scuole, il ritorno preoccupa: «Difficile applicare le disposizioni»

Così il sindaco Massimo Bacci che non nasconde le difficoltà per il rientro in classe il 14 settembre

JESI, 17 agosto 2020 – Poco meno di un mese al rientro sui banchi e non mancano le preoccupazioni.

«Una pagina complessissima con difficoltà enormi», commenta il sindaco Massimo Bacci.

Andreoli immobiliare 01-07-20

La campanella suonerà il 14 settembre prossimo: «Ringrazio chi nel Comune si è interessato della questione, facendo un lavoro difficile per applicare le disposizioni che sono cervellotiche – aggiunge il primo cittadino –. Mi aspetto un periodo autunnale molto complesso».

Tra le misure previste per evitare il diffondersi del virus ci sono ingressi e uscite differenziati e sarà premura delle istituzioni scolastiche comunicare le regole da rispettare per evitare assembramenti.

Sul sito del Ministero è indicata anche la necessità di assicurare la pulizia giornaliera e l’igienizzazione periodica delle aule, chi entra negli ambienti scolastici dovrà seguire precauzioni igieniche e utilizzare le mascherine.

Prevista anche la gestione di una persona sintomatica all’interno dell’istituto scolastico con l’intervento del Dipartimento di prevenzione territoriale competente per i casi confermati.

Il protocollo di sicurezza per la ripresa delle attività scolastiche, ferme in presenza dall’inizio di marzo, riporta anche l’attivazione di un sistema contact tracing per supportare le istituzioni scolastiche e tracciare le persone venute a contatto con i contagiati.

La palazzina ex Asur

Intanto sono in corso le verifiche di vulnerabilità sulla palazzina Ex Asur, l’esito tra pochi giorni

«All’incontro con le associazioni che attualmente hanno sede qui ho spiegato che la scelta del Comune è obbligata – conclude il Sindaco –. Non ho preso impegni  e vediamo se sarà agibile quali soluzioni trovare. Sono tantissime le scuole che hanno bisogno di spazi: terminata questa emergenza, spero il prima possibile, saranno diversi gli istituti che dovranno essere ristrutturati».

Il primo cittadino chiarisce che la gara pubblica per assegnare gli interventi nelle scuole cittadine è uscita, si tratta di nove edifici scolastici dove occorre intervenire.

(e.d.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
  •   
  •  
  •  
  •  
  •   
Continua a leggere
Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

parafarmacia gocce di salute


Meteo Marche