Connect with us
TESTATA -

Cronaca

JESI / “Spesa in quartiere”, acquisti on line con la web app gratuita

spesa di quartiere jesi

Il progetto di sette giovani jesini in tempo di emergenza ma anche con «un obiettivo che sa guardare molto lontano»

JESI, 22 aprile 2020 – È nato il Team di Spesa in Quartiere, la nuova Web App ideata per mettere in contatto negozianti e clienti tramite un servizio digitale.

Per mezzo di una piattaforma online gratuita un gruppo di giovani jesini, tra i 24 e i 25 anni, ha dato vita ad un progetto virtuale solidale che consentirà ai cittadini di contattare le attività commerciali – sinora sono in 14 ad aver aderito –  per acquistare beni di prima necessità in ambito cittadino. Sarà così possibile ridurre le occasioni di assembramento.

Andreoli immobiliare 01-07-20

Per iscriversi basta cliccare sul seguente link https://spesainquartiere.it e registrarsi come venditore.
«Da l’altro ieri è attiva la versione 1.0 della nostra web app Spesa in Quartiere – fanno sapere -. L’iscrizione e l’utilizzo del nostro servizio sono completamente gratuiti, sia per i venditori che per i clienti. In questo modo avrete la possibilità di essere subito selezionati e contattati dai clienti che si iscriveranno alla Web App».
L’idea è degli jesini Daniele Garofalo, Francesco Gregori, Francesco Mariani, Luca Petrolati, Lorenzo Caresana, Riccardo Belardinelli e Andrea Petrolati.

«Da quando la pandemia da Coronavirus ha bloccato le nostre vite, le giornate sono diventate un flusso di operazioni ripetitive, con molte incertezze anche verso il futuro più prossimo – si legge nel manifesto del gruppo -. L’unico tratto straordinario che può distinguere la nostra giornata è rimasto quello di fare la spesa, uscendo di casa per una o due ore per “reperire beni di prima necessità”. Quest’azione è diventata un diritto essenziale per i cittadini, ribattezzata dagli stessi come fosse la loro ora d’aria. Noi giovani, giustamente rimproverati di spavalderia per alcuni impropri gesti all’inizio di questo delicato periodo, abbiamo voluto rimediare ottimizzando il tempo che la quarantena ci ha tolto, sfruttandolo per creare qualcosa di utile per la società».

«È proprio da qui che nasce il nostro progetto. Spesa in Quartiere si costituisce di diverse fasi – connesse l’un l’altra – che prevedono di portare il dialogo domanda-offerta nella comunità cittadina verso un livello più avanzato. Per chi legge è importante sapere chi siamo e cosa c’è nel cuore di questo progetto, che è stato sviluppato inizialmente per aiutare i cittadini e i commercianti di Jesi durante questo periodo di emergenza, ma in realtà ha un obiettivo che sa guardare molto lontano».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi