Connect with us

Cronaca

JESI / QUANDO SPOSARSI SIGNIFICA… DIRE SÌ TUTTI I GIORNI

Rosy, Bruno Arena, Lorenzo

Rosy, Bruno Arena, Lorenzo

JESI, 28 novembre 2016 – Sulle meravigliose note della colonna sonora de Il gladiatore, di Ridley Scott, anche la scena finale di SposiamociBellezze senza barriere -, svoltasi ieri, 27 novembre, all’hotel Federico II, ha visto un altro gladiatore sfilare tra gli spettatori, sorridente sulla sua carrozzina, ad accogliere applausi e commozione.

Tanto che la stessa Selena Abatelli, che ha condotto l’evento affiancata da Chiara Cascio, non ha saputo trattenere le lacrime.

Andreoli immobiliare 01-07-20
La commozione di Selena Abatelli

La commozione di Selena Abatelli

Bruno Arena, accompagnato dal figlio Lorenzo, ha chiuso la passerella degli abiti da sposa-sposo, il clou della serata, coronando il giro andando incontro alla sua metà del cielo da quasi 28 anni, Rosy Marrone.

Che, poi, tenendolo per mano, ha detto:  “Io lo sposo tutti i giorni, ogni mattina…“.

Un pegno d’amore che, insieme alla presenza di altre figure bellissime per la loro forza di volontà, la loro voglia di vita, il desiderio d’amare ed essere amati, hanno proposto il vero senso di tutta la serata, come ha sottolineato ancora Rosy: “Nessuno deve rinunciare ai sogni, i sogni sono di tutti” .

Alessia Polita ed Eddi La Marra

Alessia Polita ed Eddi La Marra

Il défilé, anche con abiti e accessori per la donna elegante e raffinata pure nella quotidianità, indossati dalle modelle in passerella, proponeva lo scopo benefico a sostegno delle iniziative del Dream Day verso la disabilità, non disdegnando di puntare il dito contro le barriere architettoniche.

E ha avuto come madrina Alessia Polita, bellissima protagonista, specialmente in abito da sposa, accanto al suo Eddi.

“Un messaggio importante quello odierno – ha detto Alessia – messaggio che non solo vuol significare come una vita senza barriere è una vita migliore ma che dimostra come anche noi possiamo normalmente vivere il giorno del nostro matrimonio”.

E, poi, Ivan Cottini, durantino, ex modello, il quale è ritornato a calcare la passerella dopo cinque anni da quando gli è stata diagnosticata la sclerosi multipla.

Ivan Cottini

Ivan Cottini

Caspita, quasi un orgasmo…“. Tanto per raccontare in poche, ma esaustive parole, la sua grande soddisfazione di essere lì.

Ha una figlia di 14 mesi e idee chiare e forti: “Sono io che decido sulla malattia e non la malattia su di me. E anche cosa posso fare o meno”.

La serata ha visto la presenza di alcuni abitanti di San Severino Marche, terremotati, ai quali è andata grande solidarietà da parte del numeroso pubblico presente.

(pino.nardella@qdmnotizie.it)

 

 

 

 

 

Condividi