Segui QdM Notizie

Attualità

JESI «Vallesina diventi Zona Economica Speciale per uscire dalla crisi»

comune di Jesi

La mozione dei consiglieri Tommaso Cioncolini e Daniele Massaccesi per agevolare le imprese e favorire assunzioni

JESI, 25 giugno 2020 – Affrontare la crisi economica attivando tutte le soluzioni consentite.

Con queste premesse, considerata la difficile situazione che grava sull’intera Vallesina – peraltro già anticipata nei suoi scenari incerti dalla rilevazione di dati pre lockdown preoccupanti sotto il profilo della produttività e dei livelli occupazionali -, i consiglieri comunali Tommaso Cioncolini (Jesinsieme) e Daniele Massaccesi (JesiAmo) hanno presentato una mozione affinché l’Amministrazione comunale si attivi presso i parlamentari marchigiani e il Consiglio regionale delle Marche (organo deputato alla formalizzazione della richiesta) per riconoscere la Vallesina come Zona Economica Speciale (Zes).

Daniele Massaccesi

Si tratta di uno strumento di politica economica per agevolare le imprese esistenti e quelle che si insedieranno con benefici di carattere fiscale, burocratico, amministrativo e finanziario.

Quella della Zes è una soluzione adottata da altri Paesi europei per favorire nuove assunzioni e migliorare il tessuto produttivo. È stata attivata anche in alcune regioni italiane, in particolare in quelle aree in sofferenza o comunque in transizione.

Tommaso Cioncolini

Poiché il Comune di Jesi e il nostro territorio in generale – sostengono Massaccesi e Cioncolini – contemplano alcuni requisiti fondamentali, peraltro non valorizzati, come l’Interporto, il riconoscimento della Vallesina come Zona Economica Speciale potrebbe garantire un rilancio industriale della vallata all’insegna dell’innovazione e del mantenimento dei livelli occupazionali.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

News

Questi contenuti sono realizzati dalla redazione di QdM Notizie.
Sei interessato a diffondere i nostri articoli o collaborare con noi?
Scrivici a [email protected]