Connect with us

Cronaca

JESI / Via allo screening per il rientro a scuola (video)

screening scuole jesi

Le classi delle primarie hanno inaugurato l’appuntamento al Palasport di via Tabano: un positivo in mattinata, hanno aderito in 1.500

JESI, 5 aprile 2021 – Ha preso il via questa mattina, al Palasport di via Tabano, lo screening gratuito dedicato a studenti e studentesse in vista del rientro a scuola del prossimo 7 aprile. Circa 1.500 gli aderenti delle scuole primarie e le secondarie di primo grado.

Un caso positivo, che dovrà effettuare il tampone molecolare, nell’arco della mattinata.

Andreoli immobiliare 01-07-20

«Prezioso il supporto della Croce Rossa, dello Iom, dell’Associazione Carabinieri in congedo e della Caritas – ha detto l’assessora Maria Luisa Quaglieri -. Il meccanismo che abbiamo messo in piedi è complesso ma funzionante, abbiamo prenotato anche l’effettuazione tamponi molecolari in caso di necessità».

Se il tampone rapido dà esito positivo, infatti, è necessario effettuare anche il molecolare, l’appuntamento è già organizzato per il giorno successivo alla sede della Cri di Viale Gallodoro. Sempre qui nella giornata di domani saranno effettuati i tamponi per le classi seconde e terze delle medie.

«Abbiamo subito dato la nostra disponibilità a questo evento importante» ha aggiunto il presidente della Cri di Jesi, Francesco Bravi. Ampio consenso delle famiglie, alle 13 la fila arrivava da via Tabano all’altezza dell’edicola, e l’adesione degli Istituti comprensivi cittadini.

La fila in via Tabano in attesa del tampone

«Siamo contenti di riprendere in presenza le lezioni – ha detto la dirigente Lidia Prosperi del Comprensivo San Francesco -. Prima dello stop tante classi sono state in quarantena, speriamo adesso di andare avanti così».

Soddisfazione anche da parte dei colleghi: «Se sconfiggeremo il virus sarà grazie alla collaborazione di tutti» ha aggiunto Sabrina Valentini, dirigente dell’Is Lorenzo Lotto.

Un invito «alla responsabilità anche in orario extrascolastico», ha aggiunto il dirigente dell’Ic Carlo Urbani, Gilberto Rossi.

«Da docente ringrazio per l’iniziativa volta a riportare alla normalità, e cioè in classe, i ragazzi», le parole di Maria Alessandra Bini, insegnante all’Ic Federico II che ha portato i saluti del dirigente Massimo Fabrizi.

Fondamentale la collaborazione del reparto di Pediatria dell’ospedale “Carlo Urbani” di Jesi.

«Tanti bambini sono stati già positivi al covid – ha evidenziato la dottoressa Annamaria Totaro -. La risposta eccezionale delle famiglie dimostra quanto è importante questo appuntamento».

Uno solo nell’arco della mattinata il tampone positivo.

«I bambini nella maggior parte dei casi non hanno sintomi ma anche trovare un numero basso di positivi è importante: significa evitare il contagio in classe e nelle famiglie», ha spiegato Antonella Bonucci, primario della pediatria dell’ospedale cittadino.

Il tampone, su base volontaria, è stato eseguito dal personale della pediatria del “Carlo Urbani” che ha mostrato cura e pazienza verso i più piccoli. La Caritas ha messo a disposizione personale del suo ambulatorio: «Un aiuto modesto ma esserci è importante», le parole del direttore, Marco D’Aurizio.

«Ringrazio l’assessora Quaglieri e tutti quanti sono coinvolti in questo appuntamento – ha detto il sindaco Massimo Bacci -. Abbiamo affrontato un periodo difficile: la ripartenza della scuola è una priorità, come la salute. Grande senso di responsabilità delle famiglie che hanno aderito».

Domani si ritorna in zona arancione e «per quanto riguarda il nostro Comune – sottolinea il primo cittadino – abbiamo vissuto un mese e mezzo difficilissimo, c’è finalmente una regressione dei contagi e un abbassamento della curva. Non darei, però, nulla per concluso, c’è da tenere la guardia altissima, usare grandissimo senso di responsabilità, perché purtroppo la pandemia è presente, le infezioni sono tante e ancora non si vede la luce in fondo al tunnel. Immagino e spero che la vedremo presto, successivamente a una vaccinazione importante della nostra popolazione».

Eleonora Dottori

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  


Meteo Marche