Connect with us

Curiosità

JESI / VIA DEI MILLE-VIA GARIBALDI: IL DEGRADO TRA INCURIA E STERPAGLIE (foto)

Abbattuto l’edificio tutto si è poi fermato ed è rimasto un lotto in abbandono e in completo degrado

JESI, 18 giugno 2019 – Tutto è in abbandono, sporcizia ovunque, sterpaglie che stanno prendendo il sopravvento e che di fatto hanno trasformato quel lotto in pieno centro città, che è l’ex ‘repubblica’, in una zona a forte degrado.

Il cartello indica la ‘demolizione fabbricato’ con tanto di concessione e la data ultima dei lavori, marzo 2017.

Tutto realizzato secondo norme e tempi e poi…abbandonato.

La sporcizia sta prendendo il sopravvento, l’area è recintata, nessuno provvede.

Gli abitanti della zona, i confinanti, i passanti, lungo via Garibaldi e via dei Mille, a quell’altezza c’è anche la fermata del bus di città, si sono rivolti all’Amministrazione comunale per avere chiarimenti e interventi.

Tante promesse, come al solito, fatti zero.

E come si vede dalle foto il perimetro dell’area è totalmente invaso da erbacce alte e sterpaglie: una realtà che incide negativamente sul decoro urbano e che rappresenta un serio rischio per la sicurezza e la pubblica incolumità, visto e considerato il pericolo incendi con l’arrivo della calura estiva.

Eppure il regolamento di polizia urbana di Jesi tra le altre cose all’articolo 16 alla voce “Recinzione e manutenzione terreni” recita:  

Ogni terreno o area verde deve essere tenuto in ogni momento in buone condizioni di manutenzione e decoro da parte di chi ne ha la disponibilità, con particolare riguardo alle sterpaglie e in condizioni igieniche buone allo scopo di prevenire il proliferare di animali sgraditi o portatori di malattie; i proprietari di terreni o aree verdi all’interno del centro abitato hanno l’obbligo di recintarli solidamente e completamente in modo tale da inibire l’accesso agli estranei e lo scarico dei rifiuti; fatto salvo quanto previsto dal Codice della Strada, è fatto obbligo di evitare che siepi o piantagioni fuoriescano dalle recinzioni causando danno o pericolo; è fatto inoltre obbligo di mantenere l’eventuale manto erboso a un livello di altezza tale da non essere potenzialmente causa di incendi, di depositi di rifiuti o ricettacolo di animali nocivi.

(e.s.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

rep 1 rep 2 rep 3 rep 4 rep 5 rep 6 rep 7
<
>
Condividi
  •   
  •   
  •  
  •  
Continua a leggere
Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.