Connect with us

Cronaca

JESI / Violenza di genere, tante informazioni al banchetto della Polizia

Allestito questa mattina in Corso Matteotti per testimoniare la sempre maggiore attenzione verso un fenomeno purtroppo in aumento

JESI, 14 febbraio 2020Uomini e donne di tutte le età si sono fermati, questa mattina, al banchetto allestito dalla Polizia di Stato per la campagna Questo non è amore”, davanti a Palazzo dei Convegni.

Due le agenti del Commissariato di Jesi che hanno fornito, con il supporto di uno schermo, informazioni utili sulla violenza evidenziando come nell‘82% dei casi l’uomo violento ha le chiavi di casa. Nonostante gli interventi giuridici e gli strumenti messi in campo, la violenza di genere non accenna a diminuire: i comportamenti lesivi e abusanti controle donne vedono una percentuale, soprattutto quando avvengono in contesti relazionali, familiari o affettivi, dove il legame tra vittima e carnefice è da considerarsi un problema attinente la sfera privata.

«La violenza di genere non conosce classe sociale nè culturale: età, origini e condizioni economiche sono ogni volta  le più disparate» si legge nell’opuscolo a cura della Direzione Centrale Anticrimine del Dipartimento di Pubblica Sicurezza, Ministero dell’Interno, che ha utilizzato dati provenienti delle Questure.

polizia violenza genere femminicidio (6) polizia violenza genere femminicidio (5) polizia violenza genere femminicidio (4) polizia violenza genere femminicidio (3) polizia violenza genere femminicidio (2) polizia violenza genere femminicidio (1)
<
>

Numeri alla mano in Italia nel 2016 sono state il 68% le donne vittime di violenza, nel 2019 sono salite al 71% con dati pressoché identici tra nord e sud del Paese.

«Alla base dei femminicidi ci sono, nella maggior parte dei casi, motivi legati a un’idea malata di possesso, mancanza di accettazione di una separazione, gelosia, la non accettazione di una nuova storia dell’ex partner».

L’iniziativa era stata realizata anche lo scorso anno davanti al Commissariato di Jesi, zona Multisala, per testimonare la sempre maggiore attenzione delle forze dell’ordine verso questo tipo di violenza.

(e.d.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
  •   
  •  
  •  
  •  
  •   
Continua a leggere
Advertisement
loading...
Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.


Meteo Marche

Copyright © 2018 - Tutti i diritti riservati Associazione Culturale Massa Actii - via Roma, 18 - Cupramontana (An) Italy - P.IVA 02573660426 - tel. +39 0731 789023 - Registrazione c/o Tribunale di Ancona n° 1/13 del 14/01/2013 - Direttore Responsabile Oddino Giampaoletti.