Connect with us

Alta Vallesina

LETTERE & OPINIONI / IL PCL ALL’ATTACCO DEL SINDACO PORCARELLI

CERRETO D’ESI, 15 marzo 2018 – Nel consiglio comunale di giovedì 8 marzo  si sono discussi diversi punti portati dalle opposizioni consiliari e per fortuna dico, dato che la maggioranza non ha mai nulla da dire  e da discutere pubblicamente. Questo è dimostrato dal fatto che si convocano i consigli comunale ogni 3-4 mesi, i cittadini meno sono informati e meglio è per la giunta Porcarelli, alla faccia della partecipazione e della trasparenza tanto ostentata. Per quanto riguarda la rinuncia dell’Apd alla gestione degli impianti sportivi, è emerso che l’assessore Pasquini sta valutando tutta la documentazione presentata dalla suddetta associazione, per capire o meno, se ci sono i presupposti per accogliere tale rinuncia e nel frattempo manderà una lettera per capire questa troppa onerosità che ha spinto l’Apd a tale drastica decisione. Voglio far presente che la documentazione inerente il rendiconto contabile ed i risultati raggiunti, che doveva essere presentata dall’Apd  entro 2 mesi di ciascun anno solare, non è stata ancora presentata in comune e quindi senza questo atto ogni discorso è campato in aria. Secondo l’assessore non è ancora possibile  valutare di chi sono le colpe se l’Apd rinuncia alla gestione .Queste dichiarazioni, a mio avviso, ci fanno chiaramente capire la superficialità con cui è stata gestita questa vicenda e che la privatizzazione degli impianti sportivi non ha funzionato sotto tutti gli aspetti. Ho avuto anche la netta sensazione che non si possa escludere anche una battaglia legale tra le parti, considerato che l’assessore Pasquini ha dato tutto in mano ai legali. E gli avvocati chi li paga caro assessore? Oltre alla beffa anche l’inganno direi.

A me pare che ognuno tiri l’acqua al suo mulino dimenticando però che si sta gestendo  beni  e soldi pubblici, ma è evidente che questo ad alcuni poco importa. E’ altrettanto lampante che lo sport a Cerreto, come in passato, ha solo un peso politico e non sociale. Il tennis a cui la giunta Porcarelli ha condonato gran parte del suo debito, sulla base di accordi passati presi quasi sempre a voce e non documentati, lo stadio tutto a gratis per il Fabriano-Cerreto calcio senza uno straccio di convenzione, il bocciodromo   per anni l’ente comunale ha pagato diverse utenze, associazioni sportive che erano anni che non pagavano la  retta per l’utilizzo del palazzetto dello sport e via dicendo. E per qualcuno questo sarebbe sociale? Queste erano e sono le priorità per la nostra collettività? Vi faccio un esempio concreto. Considerate che per la copertura dei campi da tennis sono stati spesi circa 180.000€, mentre per mettere a norma gli edifici scolastici con le vulnerabilità sismiche, l’antincendio alle medie e di conseguenza la sua agibilità, non furono mai  messi a disposizione nessun quattrino.

Ci siamo ritrovati  con delle scuole che sono un colabrodo, sotto tutti gli aspetti, però per i passati amministratori l’importante era avere una bella copertura dei campi da tennis e che tutti giocassero gratis, mentre gli alunni delle scuole vivevano 7-8 ore al giorno in delle bare di cemento. Questi sono dati di fatto signori miei e non chiacchiere, i soldi ci sono e ci sono stati, ma sono stati sempre spesi senza un minimo di criterio e sono state fatte delle regalie ben mirate ,se non è incapacità politica questa allora cosa lo è? La giunta Porcarelli  non è altro che il continuo di una politica subdola che ha caratterizzato un’intera classe politica locale, tutto è sempre ruotato sul mantenimento dei consensi elettorali, e dove andarseli a cercare in maniera cospicua se non nell’ambiente sportivo? Un bacino di voti molto consistente e dove hanno sempre gravitato chiari conflitti d’interessi tra politica e cariche associative, dove alcuni personaggi avevano doppie cariche, ancora è così o mi sbaglio?

Ma torniamo al consiglio comunale, dove la maggioranza ha bocciato senza pudore, la nostra proposta in cui chiedevamo l’istituzione di due commissioni consiliari, una per il nuovo polo scolastico e l’altra per il miglioramento sismico del palazzo comunale ed annessa torre. Le commissioni è ovvio che non avevano nessun costo e nessun potere decisionale, chiedevamo solo di poter portare le nostre istanze, le proposte e di controllare serratamente che tutti i 7.050.000€ stanziati vengano spesi a dovere per quello a cui sono destinati. Il Sindaco ha ribadito che non è necessario istituire delle commissioni, che loro sono in grado di gestire tutto e che lui è la maggioranza, quindi comanda e decide lui. Addirittura ha elargito rivolgendosi all’opposizione:  “Se parliamo di scuole vi dovete vergognare per quello che avete fatto, io da mò che ero partito!”.

Una arroganza ed una strafottenza disarmante, chiaro che non vuole essere controllato e ritiene che le opposizioni sono composte da persone incapaci, la trasparenza non esiste per questa giunta. Mi vergogno per lei Sindaco, per la sua silente e servile giunta che non esprime mai un concetto o un parere politico e per la sua mancanza di umiltà, a volte non è da vigliacchi ammettere di aver sbagliato. Lei vuole prendersi arrogantemente la paternità della  nuova scuola, pur sapendo che se aspettavamo lei ancora eravamo qui a sentirle dire che le scuole sono sicure e che il terremoto è stato un collaudo perfetto per garantire la loro sicurezza, per fortuna tutti i verbali ed i documenti pubblici la smentiscono duramente.

Il nuovo polo si ricordi che sarà di tutta la collettività e non il suo, quindi un Sindaco politicamente onesto e trasparente avrebbe dovuto chiedere anche il parere delle altre forze politiche consiliari, dato che rappresentano oltre il 40% dei cittadini Cerretesi. Soprattutto  dovrebbe coinvolgere tutta la popolazione, visto che queste scelte interessano tutta la cittadinanza e non un singolo schieramento politico, si vergogni e basta! Mai lei è il padrone e gli altri non contano e non capiscono nulla, rimane il fatto che noi la controlleremo comunque in ogni suo passo affinché le risorse stanziate saranno spese a dovere ed in maniera corretta. Lei è semplicemente fortunato nel suo ruolo da Sindaco, preso atto che questo suo atteggiamento dittatoriale non sarai mai contrastato dai suoi servi della maggioranza, che non hanno né il coraggio, né tanto meno le capacità politiche per contrastarla. Persone senza dignità e senza una spina dorsale, basta semplicemente assistere ad un consiglio comunale per tastare con mano, che i suoi insulti e le sue umiliazioni verso gli assessori, non sono minimamente ribattuti.

 

Marco Zamparini, consigliere comunale del PCL di Cerreto d’Esi

Condividi
  •   
  •  
  •  
  •  
  •   
Continua a leggere
Advertisement
loading...
Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.


Meteo Marche

Copyright © 2018 - Tutti i diritti riservati Associazione Culturale Massa Actii - via Roma, 18 - Cupramontana (An) Italy - P.IVA 02573660426 - tel. +39 0731 789023 - Registrazione c/o Tribunale di Ancona n° 1/13 del 14/01/2013 - Direttore Responsabile Oddino Giampaoletti.