Connect with us

Chiaravalle

LETTERE&OPINIONI / CHIARAVALLE DICE SI AL PEBA (PIANO ELIMINAZIONE BARRIERE ARCHITETTONICHE)

CHIARAVALLE, 1 agosto 2017 – Siamo felici di comunicare che il Consiglio comunale di Chiaravalle, nella  seduta del 27 luglio, ha approvato una mozione che impegna l’amministrazione comunale ad adottare quanto prima il PEBA (piano eliminazione barriere architettoniche).

Ringraziamo e ci congratuliamo con il gruppo consiliare del PD e in particolare con Mattia Morbidoni che ha presentato e illustrato la mozione che poi è stata votata all’unanimità.

Ricordiamo che il PEBA è un documento di programmazione urbanistica che tutte le pubbliche amministrazioni dovevano adottare,  in base alla legge 41 del 1986, fin dal 1987, più di 30 anni fa!

La cellula Coscioni di Ancona è da anni impegnata anche su questo fronte nella tutela dei diritti delle persone con disabilità e in particolare del loro diritto alla mobilità e accessibilità di spazi e luoghi pubblici, ora stiamo  raccogliendo i frutti di questo impegno e di queste lotte nel territorio.

Dopo il comune di Ancona, quello di Jesi,  Osimo e Castelfidardo, anche il comune di Chiaravalle dunque si impegna ad adottare quanto prima il PEBA (piano eliminazione barriere architettoniche) strumento fondamentale per superare e abbattere le barriere architettoniche e sensoriali  che impediscono e limitano il diritto fondamentale delle persone con disabilità a muoversi, spostarsi e usufruire di tutti gli spazi e luoghi pubblici.

Vigileremo affinché questi impegni vengano rispettati e invitiamo anche altri comuni a fare altrettanto, dando un segno di  civiltà e di rispetto verso le persone diversamente abili.

Renato Biondini (segretario cellula di Ancona associazione Luca Coscioni)

Continua a leggere
Lascia un commento

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Attualità

CHIARAVALLE / L’ISTITUTO “PODESTI-CALZECCHI ONESTI” AL VIDA YOUTH, PROGETTO EUROPEO PER SENSIBILIZZARE I GIOVANI

CHIARAVALLE, 15 luglio 2018 – Si è concluso a Murcia, in Spagna, il progetto intitolato “La violenza negli incontri tra i giovani” – acronimo VIDA Youth – finanziato nell’ambito del programma Erasmus che coinvolge partners europei come Cipro, Grecia, Italia, Portogallo, Repubblica Ceca e Spagna, con l’obiettivo di diffondere nelle scuole e nelle associazioni giovanili un manuale per la prevenzione di situazioni violente tra i giovani, uno scambio di buone pratiche a livello europeo ed occasione di riflessione per studenti ed insegnanti.

Grazie alle docenti Marianna Alvaro, Sonia Scipioni e Sabrina Sopranzi anche l’istituto Podesti-Calzecchi Onesti di Ancona e Chiaravalle ha partecipato al progetto, che ha coinvolto oltre 600 studenti europei. “Grazie ad attività didattiche informali – affermano le insegnanti – i ragazzi si sono avvicinati alla problematica della violenza, prima rispondendo ad un questionario che favoriva una riflessione sulle proprie esperienze e partecipando ad attività orientate a rafforzare la consapevolezza su questa difficile tematica. Il progetto non proponeva quindi soluzioni preconfezionate, ma attraverso video, letture di storie realmente accadute e riflessioni, gli studenti hanno potuto gradualmente raccontare le proprie esperienze, anche famigliari, condividendole con la classe. Al termine degli incontri il progetto richiedeva nuovamente agli studenti la compilazione del test iniziale, affinché si evidenziasse l’impatto delle attività svolte attraverso analisi statistiche e grafici. I dati analizzati rivelano che il cambiamento delle risposte è stato inferiore alle aspettative del progetto, poiché è difficile scardinare retaggi storico-culturali in pochi incontri”.

Alvaro, Scipioni e Sopranzi sono comunque soddisfatte dei risultati raggiunti. “Come educatori ed insegnanti riteniamo di aver ottenuto importanti obiettivi: in una società nella quale la rielaborazione dei sentimenti è sempre più inibita i partecipanti hanno avuto il coraggio di mostrare apertamente le proprie interiorità e fragilità e anche la mancata risposta ad alcune domande da una buona parte degli studenti indica l’inizio di una riflessione critica a lungo termine. La trattazione di argomenti così delicati ha favorito la nascita del dubbio e auspichiamo che, qualora i ragazzi dovessero trovarsi in situazioni problematiche, possano affrontarle facendo tesoro di quanto appreso durante gli incontri”.

Gianluca Fenucci

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Continua a leggere

Alta Vallesina

FABRIANO / ORTE – FALCONARA E CIVITANOVA – ALBACINA, CERISCIOLI INCONTRA L’AMMINISTRATORE DELEGATO DI RFI GENTILE

FABRIANO, 13 luglio 2018 – Missione romana per il Presidente della regione Marche Ceriscioli, che ha incontrato ieri l’Amministratore delegato di RFI Gentile per discutere del raddoppio della tratta Orte – Falconara e dell’elettrificazione della Civitanova – Albacina.

“Un importante e proficuo incontro per fare il punto su tutte le principali questioni infrastrutturali che riguardano la rete ferroviaria delle Marche”. Ha spiegato il presidente Luca Ceriscioli attraverso una nota, dopo l’incontro avvenuto ieri a Roma con l’amministratore delegato di RFI, Maurizio Gentile. “Abbiamo trattato, uno a uno, tutte le questioni ferroviarie marchigiane, trovando grande attenzione e disponibilità da parte di Rete Ferroviaria Italiana”,

Tra i temi trattati anche l’intermodalità tra la rete ferroviaria e le ciclovie in corso di realizzazione. “Con l’amministratore delegato – ha proseguito Ceriscioli – abbiamo fatto il punto dettagliato sui principali snodi di interesse regionale, come quello a nord di Ancona. In particolare, per quanto riguarda il raddoppio della Falconara – Orte, si è parlato della necessità di attivare un raccordo strategico con l’Umbria e sono stati analizzati i progetti in corso, finanziati o con investimenti programmati. Si è discusso anche della questione che riguarda l’eliminazione dei passaggi a livello con sottopassi ferroviari, in modo da migliorare la viabilità locale e la vivibilità dei centri marchigiani coinvolti”.

Novità sono in vista per la CivitanovaAlbacina quindi secondo quanto spiegato dal Presidente. “In attesa dell’elettrificazione della linea – riferisce Ceriscioli – si è deciso di lavorare su un’ipotesi che preveda la sostituzione del treno a gasolio, con un mezzo che viaggi a combustibile ecosostenibile o da fonte rinnovabile, senza escludere progetti innovativi, sui quali abbiamo manifestato la massima disponibilità a collaborare”.

Un focus particolare dell’incontro con Gentile ha riguardato le ciclovie marchigiane che coincidono, in gran parte, con i tracciati ferroviari: l’Adriatica, la valle del Chienti, lungo l’Esino, quella del Tronto. “Quattro ciclovie che seguono parallelamente la linea ferroviaria. È interesse comune, della Regione e di RFI, di sviluppare assieme tutte le integrazioni che posso essere realizzate tra treno e bicicletta, usufruendo delle varie stazioni presenti lungo il tracciato. Un interscambio valutato positivamente da RFI, di grande valore per lo sviluppo delle due infrastrutture, sul quale si è manifestato un reciproco impegno nel momento in cui andranno avanti i progetti in corso”.

Come Rete Ferroviaria Italiana, ha dichiarato Maurizio Gentile, “Cerchiamo sempre di intercettare al meglio le esigenze di mobilità e di sviluppo dei territori. L’incontro con l’amministrazione regionale ha rappresentato l’occasione per analizzare i progetti attualmente in campo e ribadire la nostra più fattiva collaborazione. Siamo già al lavoro per migliorare ulteriormente la rete marchigiana e quindi l’esperienza di viaggio dei cittadini, anche attraverso l’eliminazione di numerosi passaggi a livello, nonché cercando di valorizzare le linee ferroviarie dismesse, riutilizzabili come greenways”.

Continua a leggere

Attualità

CHIARAVALLE / CRITICHE CONTRO LA FILIALE UBI BANCA: CLIENTI INFEROCITI E BANCOMAT FUORI USO

CHIARAVALLE, 11 luglio 2018 – Molti cittadini e clienti sono sul piede di guerra per i disservizi ed i problemi  tecnici che riscontrano nella filiale della UBI BANCA di corso Matteotti, dopo l’assorbimento di Banca Marche da parte di UBI.

“Siamo passati – dice Giovanni Bufarini, cliente da 38 anni della UBI, già Banca Popolare di Ancona – da un servizio efficiente sia agli sportelli che al bancomat nella vecchia sede UBI di via XXVAprile, ad un servizio completamente inefficiente. Nella vecchia sede, le file si protraevano al massimo per un quarto d’ora e il bancomat era sempre funzionante. Da quando la filiale si è  trasferita nella vecchia sede della Banca delle Marche sono iniziati i problemi”.

Anche Paolo Bordoni e numerosi altri clienti segnalano disservizi tanto che hanno scritto diversi reclami alla direzione dell’istituto di credito ed alcuni hanno già trasferito i loro conti correnti in altre banche. “Il bancomat in Corso Matteotti – polemizzano in tanti anche sui social – é molto spesso fuori servizio e lo abbiamo fatto presente sia alla precedente responsabile che a quella attuale. Entrambe hanno promesso di prendersi cura della situazione ma le cose non sono migliorate. Inoltre in banca spesso ci troviamo a dover fare delle file bibliche che provocano malumori e attriti anche tra gli stessi clienti. C’è il rischio di passare alcune ore dentro la filiale di Chiaravalle nelle ore di punta. L’assorbimento di Banca Marche da parte di UBI ha provocato solo disservizi a causa del raddoppio dei clienti con infrastrutture, bancomat e sportelli ,inadeguati”.

Alcuni, ironizzando, invitano i clienti della filiale di Chiaravalle a recarsi nelle vicine sedi di Marina di Montemarciano o addirittura di Ancona per espletare le operazioni richieste.

“Quello che chiediamo – concludono i clienti chiaravallesi della UBI Banca  – è solo un servizio efficiente all’interno della filiale e un bancomat che sia fruibile senza tanti black out”.

Gianluca Fenucci

Continua a leggere

Ti possono interessare

Copyright © 2018 - Tutti i diritti riservati Associazione Culturale Massa Actii - via Roma, 18 - Cupramontana (An) Italy - P.IVA 02573660426 - tel. +39 0731 789023 - per la pubblicità: commerciale@qdmnotizie.it - tatufoli.commerciale@qdmnotizie.it - tel. +39 349 1334145