Connect with us

Lettere & Opinioni

LETTERE&OPINIONI / MAIOLATI, QUESTIONE DISCARICA IN COMMISSIONE AMBIENTE: PROPOSTA PER UN’INDAGINE EPIDEMIOLOGICA

MAIOLATI, 24 giugno 2016 – Si è tornato a parlare della vicenda discarica nell’aula del consiglio comunale grazie alla Commissione ambiente convocata, martedì 21 giugno, dalla presidente Irene Bini. La consigliera di maggioranza ha chiamato attorno allo stesso tavolo esponenti di maggioranza e opposizione per discutere di alcune problematiche legate alla discarica La Cornacchia.

L’intenzione, ha spiegato la consigliera Bini, è quella di “iniziare un percorso già avviato negli scorsi anni dal nostro Comune che preveda la stesura di una bozza di documento che sarà poi sottoposto ai sindaci dei Comuni limitrofi per essere condiviso, integrato, modificato e quindi sottoscritto”. Documento che dovrebbe prevedere una serie di punti. “Un sollecito all’Arpam perché installi nel territorio della media Vallesina – ha spiegato la presidente della Commissione Bini – e in particolare a Castelbellino, Maiolati Spontini, Castelplanio e Monte Roberto, in altre zone se ritenuto necessario, centraline per il monitoraggio delle PM10 e PM2.5”. Oltre a questa volontà, già emersa in una precedente Commissione congiunta, il documento si propone di “sollecitare gli organi competenti affinché si proceda anche qui nel nostro territorio ad una indagine epidemiologica”. Un’ultima richiesta riguarda la Regione Marche affinché intraprenda “un percorso di ispezioni ambientali che vada a controllare e studiare lo stato dei terreni e delle acque dove sono collocate le ‘vecchie’ discariche degli anni ‘70, oggi non più operative, ma che potenzialmente potrebbero rappresentare una fonte di inquinamento”.

In un’ottica di collaborazione e di confronto fra tutti i Comuni della Vallesina, la Commissione ambiente vuole, quindi, arrivare ad un documento condiviso per chiedere con forza un’indagine epidemiologica come aveva fatto a suo tempo l’allora sindaco Giancarlo Carbini. Stavolta non sarebbe la voce di una sola Amministrazione comunale ma di tutte quelle disposte a condividere l’iniziativa avviata con l’incontro di martedì a Maiolati Spontini. “Ci vogliamo fare protatori di questa volontà come comuni del Cis – osserva la Bini – con l’intento anche di riallacciare un dialogo, fra enti del territorio, proficuo e aperto”.

Per quanto riguarda il diniego della Provincia al completamento dell’ampliamento della Cornacchia, il sindaco Umberto Domizioli ha sostenuto, nella seduta della Commissione, l’opportunità del ricorso, motivandola sulla base di una serie di considerazioni. Anzitutto ha premesso che “la decisione sarà presa dalla Giunta una volta valutate attentamente le motivazioni riportate dalla determina della Provincia”. Nello stesso tempo, il sindaco ha dichiarato di ritenere il ricorso opportuno per diversi motivi. “Il primo è la convinzione della sostenibilità dell’impatto ambientale sul territorio alla luce delle ottime modalità di gestione della discarica unanimemente riconosciute. Va poi ricordata l’assenza di qualsiasi nesso fra discarica e criticità patologiche o di qualsiasi implicazione di carattere sanitario”. Tenuti fermi questi punti, vanno poi considerati anche altri risvolti. “Il diniego all’ampliamento – ha osservato Domizioli – impatta in modo pesante sul bilancio comunale di Maiolati Spontini. La conseguenza più immediata è che non potranno essere realizzate importanti strutture per la comunità da tempo programmate dall’Amministrazione comunale quali il completamento del Polo scolastico, la realizzazione della caserma dei Carabinieri e della Casa della Salute. Inoltre distoglie importanti risorse destinate alle attività delle imprese locali che ruotano attorno alla gestione dell’impianto discarica. E infine, ma non ultimo, mette in crisi in un momento non previsto il posto di lavoro di coloro che operano nella gestione dell’impianto”.

L’Amministrazione comunale

Condividi
  •   
  •  
  •  
  •  
  •   
Continua a leggere
Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La Fenice - cremazione animali


Meteo Marche

Copyright © 2018 - Tutti i diritti riservati Associazione Culturale Massa Actii - via Roma, 18 - Cupramontana (An) Italy - P.IVA 02573660426 - tel. +39 0731 789023 - Registrazione c/o Tribunale di Ancona n° 1/13 del 14/01/2013 - Direttore Responsabile Oddino Giampaoletti.