Connect with us

Attualità

MAIOLATI S. / Cambia il sistema di conteggio della Tari

Comune di Maiolati Spontini approvato bilancio

Agevolazioni con abbattimento della tariffa per persone in situazione di handicap e ultra 65enni

MAIOLATI SPONTINI, 17 agosto 2020 – Cambia il sistema di conteggio della Tari, la tassa sui rifiuti.

Il calcolo è delegato all’Arera (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente) e all’Ata (Assemblea Territoriale d’AmbitoAto2 Ancona), che si occuperanno di calcolare gli effettivi costi del servizio di raccolta rifiuti e igiene ambientale.

Le nuove tariffe sono state approvate nel Consiglio comunale del 31 luglio scorso.

La giunta di Maiolati Spontini

Si parla di tariffa binomia, perché i parametri considerati sono due: sia la superficie dell’abitazione sia il numero di persone che vi risiedono. L’Amministrazione comunale ha previsto una serie di agevolazioni, con l’abbattimento della tariffa, in percentuali differenziate, per soggetti in situazione di handicap e per gli ultra 65enni.

«Stiamo assistendo – spiega l’assessore al Bilancio, Cristiano Montesi – a una progressiva perdita di sovranità dei Comuni sulla gestione della tariffazione della tassa rifiuti. Quest’anno abbiamo ricevuto il Pef, Piano Economico Finanziario, della Tari da Arera/Ata che sono gli enti preposti alla gestione dei rifiuti. Il Pef elaborato risulta essere di circa 80.000 euro più alto di quello dello scorso anno: questo è dovuto al calcolo del servizio di igiene ambientale che si basa sui costi reali, mentre gli anni scorsi tali costi venivano “annacquati” dalle entrate generate da Sogenus per lo smaltimento dei rifiuti speciali».

«Ora questa possibilità non esiste più, quindi i costi reali vanno a comporre la Tari che come è noto deve coprire integralmente il costo del servizio. Un altro cambiamento importante è il passaggio ad una tariffa più puntuale: la binomia. Oltre a tenere conto della superficie e natura dell’immobile, tiene in considerazione anche il numero dei componenti del nucleo familiare. È una questione di equità: i nuclei familiari più numerosi producono più rifiuti. I Comuni dovranno cedere definitivamente il servizio Tari a partire dal primo gennaio del 2023. Così come è successo con la gestione dell’acqua, ci sarà un gestore unico che si occuperà di tariffazione e riscossione del tributo».

Per il soggetto in situazione di handicap, in condizioni di gravità, con carattere di permanenza, l’abbattimento della tariffa è del 30%. Un’agevolazione, questa, indipendente dal reddito complessivo della famiglia anagrafica. La riduzione sale al 50% se il soggetto ha una certificazione Isee fino a 7.500 euro.

L’abbattimento della tariffa al 50% vale anche per gli ultra 65enni, con reddito complessivo lordo non superiore a 6.197,48 euro.

Il Comune sta effettuando i conteggi e nel giro di qualche settimana arriveranno a casa i nuovi bollettini. Il pagamento dell’importo dovuto si può effettuare in due rate, con scadenza, fissata solo per quest’anno, al 31 ottobre e 31 gennaio, mentre a regime le scadenze saranno il 30 settembre e il 31 dicembre.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
  •   
  •  
  •  
  •   


Meteo Marche

Copyright © 2018 - Tutti i diritti riservati Associazione Culturale Massa Actii - via Roma, 18 - Cupramontana (An) Italy - P.IVA 02573660426 - tel. +39 0731 789023 - Registrazione c/o Tribunale di Ancona n° 1/13 del 14/01/2013 - Direttore Responsabile Oddino Giampaoletti.