Connect with us

Misticanza jesina

MISTICANZA JESINA / PENSIERI & CHIACCHIERE IN DIALETTO

Rubrica a cura di Gioia Morici

 

 

SOTTO EL CHIOPPO DEL SOLE

Che fiacca, gente mia. Madonna quanto so’ stracco…oh: so’ stracco morto. E di’ che non me mòvo…eppure fiotto. Posci arde quant’è caldo…me cala el pannò…le gambe me fa figo…non tira n’aria, cazzaròla. Ce semo scu-tulàdi pe’ veni’ a Marzocca, speran-no de levacce l’arsura e invece qua se sta peggio che lì casa. Boja de Nerò quanto se suda…in Afriga peresse sta mejo! Ma n’era mejo rimane’ ntel divano a vede’ la televisio’? Sentele lì, quanto chiacchiera madre e fija: ma no’ je se secca la lingua co’ ‘sto chioppo de sole? Quel’altro gioga ‘nte l’acqua e va roppenno l’annima a tutti. Que je frega a lù. Miga ha bastigàdo in mezzo al traffigo, miga è stado tre ore, no digo, tre ore, a cerca’ ‘no straccio de parcheggio…Aho, era le otto meno un quarto e già c’era le màghine in doppia fila. A Marzocca. Mango fosse Sen Tropè. Dopo dice che uno se butta a destra. Che fiacca, quanto so’ stracco…me cola el sudore ‘ncora da le ‘recchie…peresse in Afriga sta mejo! Ma che or’è? C’ho ‘na fame…Me fai vede que ha portàdo da magnà mi moje…Guarda chì, c’è ‘na spasa de robba sotto st’ombrellò che paremo i sfollàdi. Nte ‘sta busta que c’è? Du pacche de pummidoro co’ le mollìghe…e chì drendo? I panini cò la lonza: la lonza al mare? me fa veni’ i calori solo a guardalla…e ‘nte ‘sta ‘mballetta? I boccolotti? Sci, peresse è i boccolotti de ieri sera…mah…sarà ‘ncollàdi? Que dighi? Che schifo. Peresse in Afriga se magna mejo! Francè, viè fòri dall’acqua, porca madosca! È du’ ore che sei a mollo! Non vedi che sei sfinìdo? Ho ditto vie’ fòri! Ubbidisci a babbedo porc…de quel-la zocc…fijo de sto cu…! ESCI, HO DITTO! E non stulza’ a la signora…non vedi che è anziana?! Ascusi, sa’…non capisce…ha preso da la madre. Francè, quant’è vero Iddio te spezzo le gambe e te ce meno! Mò viengo lì e te lo bugo quel pallo’! Que hai ditto? Que?? Aripèdi, sci c’hai el coraggio! Ampò! Vergògnede! Puzzò! STEFANIAAA….sci non dici qualco’ a tu’ fratello, te ‘ncastro la zocca ntel pedalò! FABIANAAA! Sci non tiri fori tu’ fijo dall’acqua, affogo prima a lu’ eppò a te! FRANCE’! STEFA’! FABIA’! Moriammazzadi tutti quanti, ce ne fosse uno che me sta a senti’. Mò dormo va’. Tanto que ho da fa’? So’ stracco ooh…so’ stracco morto…fiotto e non pare…che razza de chioppo de sole…la zocca me pia fogo come un fulminante. In Afriga aivoja sci sta mejo!

Gioia Morici

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere
Lascia un commento

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

15 − quattordici =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copyright © 2018 - Tutti i diritti riservati Associazione Culturale Massa Actii - via Roma, 18 - Cupramontana (An) Italy - P.IVA 02573660426 - tel. +39 0731 789023