Connect with us

Attualità

MOIE / “Libriamoci”: la meraviglia negli occhi di bambine e bambini

Ben 704 tra alunne e alunni delle scuole dell’infanzia e primarie del comprensivo “Carlo Urbani” hanno partecipato all’ottava edizione delle letture ad alta voce

MOIE, 25 novembre 2021 – Ispirati ai filoni tematici  “Il gioco del mondo e “Giochi diVersi” , ben 704 alunne e alunni della scuola dell’infanzia e primaria dell’Istituto comprensivo “Carlo Urbani” di Moie, hanno partecipato all’ottava edizione del progetto nazionale Libriamoci. Giornate di lettura nelle scuole.

Dal 15 novembre, in collaborazione con la biblioteca La Fornace, in tutti i plessi scolastici che hanno aderito all’iniziativa, sono stati organizzati momenti di lettura ad alta voce. A leggere per i bambini si sono alternati insegnanti, nonni, bibliotecari, i volontari del gruppo Nati per Leggere e, come lo scorso anno, anche gli amministratori locali. 

Novità di quest’anno è stata anche l’idea di realizzare il progetto “Continuità Infanzia – Primaria” all’interno di Libriamoci: un momento speciale nel quale gli alunni della scuola dell’infanzia hanno incontrato i docenti della scuola primaria, per realizzare esperienze condivise finalizzate a costruire  un ponte tra i due ordini di scuola.

Ed ecco allora che, se nella scuola dell’infanzia di Macine si sono recate due insegnanti della scuola primaria (ma anche  alcune docenti in pensione), alla primaria, oltre al coinvolgimento di alcuni genitori nelle varie classi, a leggere per i bambini più piccoli sono  state le insegnanti dell’infanzia.

Nelle classi quinte, invece, in collegamento con il progetto legalità e con il rinnovo del Consiglio comunale dei ragazzi, si è prestata alla lettura l’assessore alla cultura del comune di Castelplanio Roberta Casali. 

L’invito per la lettura ad alta voce ha coinvolto un buon numero di genitori, che si sono alternati al dirigente scolastico, anche nella scuola primaria di Poggio San Marcello.

Diverse le riflessioni intorno al tema Il valore della figura femminile, proposto dalle insegnanti e interessanti le ricadute didattiche nei diversi percorsi proposti anche per la giornata dei diritti dei bambini e delle bambine

Il momento in continuità con l’infanzia ha visto come cornice educativa la lettura del libro Il piccolo seme, a cui è seguita un’attività laboratoriale ispirata dal principio educativo “InSiEME si cresce”. La scuola dell’infanzia di Poggio San Marcello ha visto inoltre anche la sindaca Giuseppina Spugni come lettrice d’eccezione.

Alla primaria di Moie, ugualmente agli altri plessi, genitori, nonni e amministratori si sono avvicendati nelle classi. Tra gli amministratori sempre presenti all’iniziativa ricordiamo la consigliera Monica Bocci e l’assessore all’istruzione Beatrice Testadiferro, quest’ultima accompagnata dalla consigliera straniera aggiunta Ycela Matos Inga per letture in lingua spagnola.

Non poteva mancare il sindaco Tiziano Consoli che, insieme al dirigente scolastico Vincenzo Moretti, ha inaugurato le giornate di lettura nelle scuole proprio lunedì 15 novembre, presso la biblioteca La Fornace.

Hanno letto agli alunni di sei anni storie di cura per l’ambiente, anticipando così le tematiche per la festa dell’albero, che si è tenuta il 21 novembre. Per le sezioni della scuola dell’infanzia Rodari, purtroppo in quarantena durante la settimana di Libriamoci, il progetto verrà realizzato nei prossimi giorni.

A leggere per loro l’assessore alla cultura Tiziana Tobaldi e l’insegnante referente del progetto per l’istituto comprensivo, Stefania Lucidi.

“Perché leggere ad alta voce? Per la meraviglia”, scriveva Daniel Pennac, insegnante e scrittore di successo. E la meraviglia che traspariva dagli occhi dei piccoli ascoltatori ha ripagato ampiamente i circa 40 lettori volontari del tempo a loro dedicato.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
 
 
Continua a leggere
Lascia un commento
0 0 voti
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments


Meteo Marche

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x