Connect with us

Eventi & Cultura

MOIE / Teatro in biblioteca con “Neanche noi (forse)”

foto Biblioteca La Fornace

Nuovo appuntamento domani alle 21 per la rassegna in programma al centro culturale La Fornace

MOIE, 28 ottobre 2021 – Prosegue la rassegna “Teatro in biblioteca” al centro culturale La Fornace (foto in primo piano) con la direzione artistica di Luca Guerini, della Compagnia teatrale Skenexodia.

Dopo il successo di “Le notti bianche”, adattamento del romanzo di Fëdor Dostoevskij, il cartellone prevede, per domani, venerdì 29 ottobre, alle ore 21, un titolo diverso rispetto a quello programmato inizialmente, e cioè Neanche noi (forse), che sostituisceLe cose che ti fanno sentire vivo”. Si tratta di uno spettacolo in esclusiva regionale, diretto da Guerini e interpretato dagli attori professionisti Alex Carosi e Olga Matsyna.

La pièce è tratta dall’omonimo testo di Tiziana Guidoni. Si tratta di una storia d’amore estremamente attuale in cui tutti possono in qualche modo immedesimarsi, i due protagonisti infatti dovranno affrontare le loro paure e imparare a fidarsi l’uno dell’altra dando una possibilità alla loro relazione, cosa resa ancora più difficile dal fatto che il tutto si svolge virtualmente dietro lo schermo di un cellulare.

È una storia estremamente attuale che racconta le relazioni nel mondo odierno, in cui i social e la
messaggistica sono ormai presenti in ogni tipo di rapporto. Questo tema è affrontato da diverse
prospettive: la tecnologia è vista sia come un modo per mettersi in contatto con persone lontane
ma allo stesso tempo ci porta anche a isolarci e a renderci incapaci di vivere rapporti nel mondo
reale.

Alex Carosi interpreta il protagonista maschile della vicenda

«l mio personaggio – spiega – lo descriverei come un cinico nonché un narcisista. Un uomo che si comporta in maniera ambigua, che non ha voglia di impegnarsi ma allo stesso tempo continua a lasciare uno spiraglio di possibilità, affinché lui possa soddisfare i suoi bisogni mantenendo le sue relazioni in bilico sulla linea sottile che divide l’amicizia dall’amore. Una persona che si accorge sempre troppo tardi dei suoi errori, che cede poco ai sentimenti e più a ciò che è meglio per lui».

La protagonista femminile, Ines, è interpretata invece da Olga Mastyna.

«Una ragazza che ama troppo – dice l’attrice – e che nel rapporto con il suo fidanzato Chris ci mette l’anima. È esigente nei confronti di se stessa, ciò la porta ad aspettarsi tanto anche dal partner. Forse perfino a pretendere. Ines è una sognatrice, una romantica che tende a idealizzare il partner e cerca di costruire il rapporto senza rendersi conto di costruire invece un castello di sabbia».

Nello spettacolo si affronta una sfida molto stimolante, ovvero quella di rappresentare la comunicazione virtuale per messaggistica in un palcoscenico, rappresentando la vicenda di due persone che hanno una relazione a distanza e quasi esclusivamente virtuale.

I biglietti hanno un costo di 10 euro e sono acquistabili sul sito https://www.liveticket.it  anche con la Carta docente o 18App. Si può prenotare al numero di telefono 331 168 88 12  (solo WhatsApp) e pagare la sera dell’evento. L’accesso è consentito solo con Green pass.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
 
 


Meteo Marche