Connect with us
TESTATA -

Attualità

MOIE / Via ai corsi dell’Università degli adulti nel ricordo dell’ex presidente Bellini

La presentazione al Centro comunale 6001 di Moie: «Insieme per rinascere» è lo slogan scelto per ripartire dopo lo stop dello scorso anno

MOIE, 11 ottobre 2021 – È stato un incontro molto partecipato e ricco di emozioni, nel ricordo del primo presidente Cesare Bellini, quello che ieri pomeriggio – domenica 10 ottobre – ha inaugurato il 17esimo anno accademico dell’Università degli adulti della Media Vallesina, uno dei servizi dell’Unione dei Comuni.

Una cerimonia a cui in tanti hanno preso parte, nel salone del Centro comunale 6001 di Moie, rendendo in qualche modo concreto e tangibile lo slogan «Insieme per rinascere», scelto dall’associazione che gestisce i corsi come auspicio per la ripresa delle attività dell’ateneo, bloccate l’anno scorso a causa del Covid dopo neppure un mese dall’inaugurazione.

Sono intervenuti il presidente dell’Università, Fernando Santacroce e, in rappresentanza dell’Unione, Tiziano Consoli, anche nella veste di sindaco di Maiolati Spontini che ha ospitato l’evento, il vice presidente Sandro Barcaglioni e l’assessore all’Università dell’Unione, Giuseppina Spugni. A prendere la parola, per un ricordo di Bellini, è stato anche Folco Fioretti, cofondatore con lui dell’ateneo nel 2004.

All’ex dirigente scolastico scomparso poco più di un anno fa, “ricercatore e studioso instancabile, e fondatore di questa università”, è stata dedicata una targa che sarà affissa nell’aula didattica-storica del primo piano del centro comunale di Moie.

Il presidente Santacroce ha definito Bellini «un Ulisse dei nostri tempi, che vagheggiò e ideò questa realtà perché pensava che la sete di conoscenza fosse connaturata nell’animo di tanti. Un’idea, quella della creazione di un’università degli adulti, validamente supportata sul piano economico e organizzativo dall’Unione dei Comuni della Media Vallesina, fino a diventare un presidio culturale e sociale per l’intero territorio».

A sottolineare la qualità della proposta didattica e il valore dell’università, anche dal punto di vista aggregativo, è stato anche Consoli che ha invitato la platea a fare un applauso proprio ai presenti e alla loro voglia di ricominciare, di tornare a stare insieme e di nutrirsi di cultura.

Consoli, come pure Barcaglioni e Spugni, hanno ribadito la vicinanza delle istituzioni all’Università degli adulti «che continuerà a essere un servizio strategico, da sostenere e supportare».

L’anno accademico si strutturerà fra attività didattiche – che vanno dalla letteratura alla storia locale, dalla psicologia alla storia dell’arte, dall’alimentazione alla fisicacorsi annuali di lingue, laboratori – dall’informatica al ricamo, dalle tecniche pittoriche al tai chi chuan e qi gong – gite culturali ed escursioni nella natura.

Per iscriversi ci si può rivolgere alla segreteria dell’Università, al Centro comunale 6001. Lo sportello è aperto lunedì e martedì dalle ore 16 alle 18,30. Si possono contattare i referenti anche per mail all’indirizzo unimedval@gmail.com.

L’ateneo ha anche aperto un profilo facebook dell’università degli adulti della Media Vallesina. Le lezioni sono già partite e martedì 19 ottobre, dalle ore 15 prenderanno il via quelle di francese base e inglese base e intermedio. Ci si può iscrivere anche direttamente alla prima lezione dei vari corsi.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
 
 


Meteo Marche