Connect with us

Bassa Vallesina

MONSANO / PREDATORI DELLA NOTTE TENTANO IL COLPO AL MERCATONE UNO

I ladri sono scesi dal soffitto nella zona degli uffici per scardinare la cassaforte ma l’allarme li ha messi in fuga, tentativo fallito anche in un negozio di scarpe e abbigliamento

MONSANO, 17 dicembre 2018Sono calati dall’alto per mettere a segno un colpo andato, però, a vuoto in un caso mentre nell’altro hanno dovuto abbandonare la refurtiva, consistente in scarpe e abbigliamento che avevano già prelevato.

Si tratta della stessa banda di malviventi, composta da tre-quattro persone, che ha agito nella notte tra sabato e domenica, sia in via Santt’Ubaldo che al Mercatone Uno in via Breccia, via che confluisce sulla provinciale 76 tra Jesi e Chiaravalle, in territorio di Monsano.

Hanno divelto un finestrone sul contro soffitto del megastore e, dopo essersi aperti un varco, giù, in un tragitto di circa tre metri, proprio nella zona degli uffici dove hanno cercato di scardinare la cassaforte che vi era custodita con un frullino. Tentativo vano perché è subito risuonato l’allarme che li ha costretti a desistere dalla loro azione predatoria.

Il varco aperto dai ladri sul contro soffitto

Nel contempo stavano anche arrivando gli uomini della vigilanza allarmati a loro volta dalla centrale operativa.

La fuga si è imposta ma hanno ugualmente provato a rubare qualcosa lungo il tragitto che li ha portati nel reparto elettrodomestici: qui hanno spaccato una vetrina espositiva ma non sembra che siano riusciti a portare via nulla. Poi si sono dileguati.

Telecamere della video sorveglianza, comunque, che hanno registrato il tentato raid ladresco ora al vaglio dei Carabinieri.

Stesso modus operandi nella notte tra il 26 e 27 luglio scorso quando  i malviventi erano riusciti nel loro intento, sempre calandosi dall’alto, razziando denaro dalla cassaforte e merce di valore per un bottino che si era aggirato sui 20 mila euro. 

In precedenza, ai primi di ottobre del 2015, intorno alle 19, c’era stato anche un assalto a colpi di mazze e molotov – a opera di tre banditi incappucciati – contro una gioielleria quella volta ospitata all’interno della struttura commerciale.

(p.n.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
  •   
  •   
  •  
  •  
Continua a leggere
Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.