Connect with us

Lettere & Opinioni

MONTE ROBERTO / La minoranza boccia l’Amministrazione Martelli

Monte roberto comune

Il gruppo consiliare “Insieme per Monte Roberto” all’attacco dopo la presentazione del Documento unico di programmazione

MONTE ROBERTO, 3 gennaio 2020 – Prendendo spunto dal Dup (Documento unico di programmazione) presentato all’ultimo Consiglio comunale – che si è svolto il 30 dicembre 2020 – come gruppo consiliare di minoranza Insieme per Monte Roberto facciamo alcune considerazioni relative alla situazione attuale e a quella futura legata alle scelte programmatiche che l’Amministrazione guidata dal sindaco Martelli sta facendo.

Programmazione triennale e fabbisogno del personale

Nel Dup troviamo scritto che, “dopo lo scioglimento dell’Unione, pur con le esigue risorse di personale, si stanno potenziando e riorganizzando i vari servizi.” Difficile capire come questo possa realmente accadere visto che, in più di un’occasione, è stata denunciata dal Segretario comunale la carenza di personale amministrativo. I pensionamenti appena avvenuti hanno sovraccaricato di lavoro il personale rimasto negli uffici per lo svolgimento delle pratiche legate al commercio, alle attività culturali, all’associazionismo, a tutte le certificazioni da inviare al Ministero o alla Regione, mentre con lo scioglimento dell’Unione è venuta a mancare la figura del comandante della Polizia Municipale che si occupava, come responsabile, di tutte le pratiche Suap. In prospettiva futura il problema assumerà maggiori proporzioni visti gli imminenti pensionamenti futuri.

Ordine e sicurezza

 Con lo scioglimento dell’Unione dei Comuni con Castelbellino, il servizio di Polizia Municipale è sicuramente peggiorato. Se prima, negli uffici della nostra delegazione di Pianello Vallesina, avevamo due agenti a tempo pieno e un comandante per 12 ore settimana, ora ci troviamo con un agente in servizio per 6 ore la settimana  E ciò grazie ad una convenzione con Jesi. Il preventivato rientro nell’Unione dei Comuni della Media Vallesina non garantirà il miglioramento del servizio, perché la carenza attuale di personale e il controllo di un territorio molto vasto, non avranno un significativo efficientamento con un agente in più assunto dal Comune di Monte Roberto.

Opere Pubbliche

Una nota positiva, legata anche alle maggiori risorse finanziarie messe a disposizione dalla Regione Marche e dai vari Ministeri, che hanno permesso la realizzazione di vari interventi sul territorio comunale, la troviamo nel piano delle Opere Pubbliche con l’impegno nel trovare le risorse per la costruzione della nuova scuola media e con il finanziamento di 195.000 euro ottenuto per il primo lotto di lavori della frana di via San Marco a Monte Roberto capoluogo. Il lavoro di indagine avviato già nel 2015, i contatti e gli incontri portati avanti dalla precedente Amministrazione, in Regione con l’ex assessore Sciapichetti, i sopralluoghi e gli incontri fatti con il capo della Protezione Civile regionale Piccinini, hanno portato a questo risultato odierno e ne siamo felici.

Gabriele Giampaoletti, “Insieme per Monte Roberto”

Istruzione e diritto allo studio

Ritornando alle dolenti note, ricordiamo che due sono stati i cavalli di battaglia dell’Amministrazione Martelli durante la campagna elettorale. Mensa e trasporto scolastico. Le critiche erano sull’ aumento dei costi e peggioramento del servizio. Ci aspettavamo un intervento sulle tariffe della mensa che correggesse il tanto criticato aumento mensile di 0,80 centesimi di euro ma non c’è stato. Così come non c’è stata la correzione delle tariffe del trasporto scolastico che da 8 erano passate a 10 euro mensili. Però un cambiamento in realtà c’è stato perché, a seguito dello scioglimento dell’Unione e della stipula del nuovo contratto con la stessa cooperativa che, già in Unione, gestiva il servizio di refezione scolastica, a parità di servizio e di capitolato di appalto il Comune paga circa 12.000 euro in più l’anno. L’aumento è dovuto alla cancellazione del ribasso d’asta ottenuto nella gara precedente fatta dall’Unione. 

Edilizia abitativa

La crescente difficoltà economica delle famiglie è legata anche all’emergenza abitativa. Nel Dup non sono previste risorse e iniziative utili ad attivare politiche di edilizia pubblica residenziale. L’operazione più semplice poteva riguardare lavori di ristrutturazione sulle tre proprietà comunali del centro storico che ora sono inagibili.

Politiche sociali e famiglia

In questo periodo storico, legato anche alla pandemia che stiamo vivendo, esiste una forte necessità di incentivare le politiche giovanili. I fatti incresciosi che stanno accadendo in questi giorni a Pianello Vallesina, oltre a testimoniare la necessità di un maggior controllo delle forze dell’ordine e quella di un efficiente funzionamento delle telecamere di sorveglianza, testimoniano questo disagio. E’ necessario perciò educare al rispetto della cosa pubblica mettendo a disposizione personale e luoghi. Con il cambio di gestione, il Cag non è più un punto di incontro per i ragazzi, perciò c’è l’esigenza di trovare altre soluzioni.

Queste, in sintesi, le osservazioni al Documento Programmatico dalle quali è scaturito il nostro voto contrario.

L’anno 2020, legato alla pandemia da Covid19, ci ha messo di fronte a una doppia emergenza. La prima legata alla situazione sanitaria, la seconda legata alle conseguenze economiche. Sotto l’aspetto sanitario e con l’arrivo del vaccino, seppur consapevoli che la strada da percorrere sarà ancora lunga e piena di ostacoli, possiamo dire di guardare con più speranza al futuro. Per ciò che riguarda l’aspetto economico dobbiamo essere in grado di cogliere l’occasione che l’Europa ci offre con il Recovery Fund, essendo pronti a sfruttare tutte le possibilità di finanziamento utili a risolvere criticità come quelle della scuola media, della viabilità, del recupero del centro storico, del dissesto idrogeologico, degli spazi per l’associazionismo, ecc…

Alla fine di questo anno, pieno di dolore e difficoltà di ogni genere, apriamo il nostro animo alla speranza, la speranza del recupero della salute di tutti noi e quella del ritorno alle nostre consuete attività lavorative, di studio, di vita sociale e affettiva.

A tutti auguriamo un Felice 2021

Gruppo consiliare “Insieme per Monte Roberto”

PIANELLO V. / I vandali non si fermano, colpiscono ancora

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
  •   
  •  
  •  
  •   

La Fenice - cremazione animali


Meteo Marche