Connect with us

Attualità

MONTECAROTTO / Nella valigia del prete un tesoro per l’Australia

Anche Stanthorpe ricorda oggi don Gerolamo Davado: introdusse semi di frutta e talee di viti che ne hanno fatto una zona agricola rinomata

MONTECAROTTO, 26 gennaio 2020Don Gerolamo Davado è nato a Montecarotto il 26 aprile 1845, terzo di cinque figli di una famiglia benestante della quale attualmente si è estinto il cognome.

Don Gerolamo Davado

È stato sacerdote missionario in Australia dal 1871 al 1900, dove è deceduto ed è sepolto (foto in primo piano). Di lui si può dire che è stato un missionario che non fa notizia, uno come tanti, di quelli che spargono il seme del Regno di Dio in terre lontane, del quale non se ne occupa nessuno. Per don Davado sarebbe così, se non fosse per la sua valigia.

Perché quando si è imbarcato a Londra, nel gennaio del 1871, per recarsi in Australia, a Brisbane, e prendere servizio nel vasto territorio della diocesi, don Gerolamo aveva portato con sé poche cose ma preziose: la bibbia, la voglia di evangelizzare, la gioia del servire e semi di frutta delle coltivazioni locali e talee di viti.

Non era solo, Con lui si erano imbarcati altri due sacerdoti della Vallesina, don Rosolini di Sant’Apollinare e don Scortechini di Cupramontana. La zona assegnata ai giovani sacerdoti era impervia, abitata da indigeni e da ex galeotti. La lingua imparata durante la traversata, le difficoltà trasformate in sfide da vincere con la fede e con la volontà di portare Cristo al centro del mondo.

Nel 1874 don Gerolamo diviene parroco di Stanthorpe. Mai si sarebbe immaginato che quelle talee e quei semi avrebbero cambiato l’economia di quello sperduto ex villaggio di minatori diventato ottima zona agricola ove si coltivano frutteti e vigneti portati dal sacerdote tanto da farla diventare cittadina leader della produzione agricola australiana Don Davado, sepolto nel cimitero della sua Stanthorpe, con la sua intuizione ha cambiato il destino di quell’umile villaggio ed è molto venerato dagli abitanti della cittadina tanto che su di lui è stato scritto un libro da Ian Bonaccorso, storiografo della figura del missionario.

La zona agricola di Stanthorpe

Oggi, omenica 26 gennaio, l’Amministrazione comunale e la parrocchia di Montecarotto si uniranno alla comunità di Stanthorpe per celebrare la memoria e l’eredità di padre Davado.

Mentre a Montecarotto si celebrerà alle ore 11,00 una messa in ricordo dell’illustre cittadino, in Australia verrà presentato il libro dedicato alla figura del giovane sacerdote deceduto a soli 54 anni.

In entrambi i paesi ci saranno letture di brani tratti dal libro e la visione di filmati delle due realtà accomunate dalla fede, dalla storia, dall’economia agricola, dal seme della parola di Dio che, mai come in questo caso, ha messo sulla terra solide radici.

©RIPRODUZIONE RISEVATA

Condividi
  •   
  •  
  •  
  •  
  •   
Continua a leggere
Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ferramenta Sarti - Castelplanio


Meteo Marche

Copyright © 2018 - Tutti i diritti riservati Associazione Culturale Massa Actii - via Roma, 18 - Cupramontana (An) Italy - P.IVA 02573660426 - tel. +39 0731 789023 - Registrazione c/o Tribunale di Ancona n° 1/13 del 14/01/2013 - Direttore Responsabile Oddino Giampaoletti.