Connect with us

Attualità

MORRO D’ALBA / WEEK END NEL BORGO TRA PASSEGGIATE E DEGUSTAZIONI

Nel programma anche la mostra fotografica di Luca Tassi “Vivere il paesaggio” e la tavola rotonda per ricordare Gemma Perchi e i “Cento anni di otto ore”

MORRO D’ALBA, 25 aprile 2019 – Il lungo ponte di primavera che va da oggi 25 al 28 aprile, sarà una straordinaria occasione per trascorrere del tempo nelle Terre del Lacrima e in particolare proprio a Morro d’Alba, dove tra passeggiate e degustazioni, mostre, conferenze e visite guidate, i turisti avranno l’occasione di immergersi nella meravigliosa atmosfera dei borghi marchigiani, gustarne i sapori tipici e conoscerne la cultura.

Nella giornata odierna in cui ricorre la Festa Nazionale della Liberazione dell’Italia, alle 11 in piazza Romagnoli, alla presenza delle autorità cittadine, risuoneranno i canti e le marce della liberazione con la banda cittadina di Morro d’Alba. Durante l’intera mattinata i canti della Liberazione potranno essere ascoltati anche durante la passeggiata lungo il Camminamento di ronda, grazie al sistema di filodiffusione.

weekend di primavera sentiero passeggiando degustando aprile 2019 morro da sant'amico mostra luca tassi castello 100_anni Morro d'Alba 3
<
>

Nel pomeriggio, nella giornata che è tradizionalmente dedicata anche alle scampagnate, riprenderà il via la serie di passeggiate naturalistiche denominate Passeggiando e degustando, dove la riscoperta dei percorsi rurali nella patria del vino Lacrima si accompagna alla visita in un’azienda del territorio per una merenda-degustazione (gratuita). In questo caso si partirà dal borgo storico alle 15,30 per la passeggiata, e la sosta per la degustazione si svolgerà presso la ex bottega di un artigiano locale, Romualdo Mancinelli, che ha allestito presso i locali della sua bottega un museo dei ricordi, una raccolta di mobilioggetti, dal 1800 ad oggi. Il percorso è di 4,5 chiometri adatto ai bambini. Gradita la partecipazione degli amici a 4 zampe. Per chi vorrà, la passeggiata potrà concludersi nel borgo storico, percorrendo il Camminamento di ronda La Scarpa, ascoltando la musica del noto compositore Ludovico Einaudi.

Sabato 27 aprile, dalle 17.30 si aprirà la mostra di Luca TassiVivere il paesaggio” . Il giovane fotografo, originario delle Terre del Lacrima, si è aggiudicato molti premi recentemente, fra cui anche il Foto-Contest ideato dal Comune di Morro d’Alba, per la Giornata Nazionale del Paesaggio organizzata dal Ministero dei Beni Culturali. In giuria erano presenti David Fazzini e Walter Angelici.

A dicembre una sua suo foto, che è anche l’immagine scelta per la locandina della mostra, è stata selezionata tra le prime 20 nel concorso “Luoghi e Paesaggi delle Marche“, organizzato da Mia – Marchigiani in America, ed è stata esposta a New York in una mostra organizzata presso lo showroom di Scavolini a Soho, inaugurata da Neri Marcorè.

Seguirà un aperitivo-degustazione offerto dall’azienda Casa Vacanze Le Civette , una delle strutture ricettive a ridosso delle mura castellane, fiore all’occhiello nell’accoglienza del borgo.

Domenica 28 aprile, si aprirà invece, alle 10, con una tavola rotonda presso l’auditorium Santa Teleucania, in piazza Tarsetti. Morro d’Alba sarà infatti uno dei palcoscenici di “Cento anni di otto ore”,  la manifestazione che, insieme a Jesi e a Staffolo, in occasione del primo maggio, celebra la figura di Gemma Perchi, l’operaia delle filande che con la sua caparbietà e tenacia riuscì a ottenere, per la prima volta, le otto ore lavorative quotidiane.

Una ricorrenza questa che è stata scoperta dall’associazione Willer & Carson, presieduta da Michael Bonelli, che ha messo in piedi un programma di appuntamenti in sinergia con numerosi protagonisti.

La tavola rotonda dal titolo “Il filo di seta tra economia e diritti”  vedrà la partecipazione del Marco  Moroni, Marco Torcoletti, del sindaco Enrico Ciarimboli e di Gastone  Pietrucci, della Macina, lo stesso Michael Bonelli aprirà i lavori. Moderatore sarà la giornalista Simona Marini.

Per tutto il giorno sono poi previste le visite guidate al castello, ai sotterranei e alle chiesette rurali in questo lungo weekend di primavera, fra arte, cultura e raffinate esperienze enogastronomiche.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Condividi
  •   
  •   
  •  
  •  
Continua a leggere
Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.