Connect with us

Altri sport

MOUNTAIN BIKE / CINGOLI, CHIARINI VINCE LA 22^ 9 FOSSI: FINALE THRILLING

Dopo la volata finale, il vincitore ha investito un dirigente, provocandogli una ferita alla testa. Oltre 1300 partecipanti, tanti protagonisti.

CINGOLI, 29 aprile 2019 – Non ha deluso le attese la tradizionale 9 Fossi di Cingoli, manifestazione cicloturistica ed agonistica di Mountain Bike organizzata dall’Avis Bike Club di Cingoli con il patrocinio dell’amministrazione comunale e di Acquambiente Marche.

Sono stati ben 1356 gli iscritti alla gara, vinta da Riccardo Chiarini del Torpado Sudtirol International Team e da Maria Cristina Nisi del New Bike 2008 Racing Team. Durante la volata finale, tuttavia, il ciclista non ha potuto evitare lo scontro con un dirigente a piedi, trasportato all’Ospedale di Jesi per una ferita alla testa, in condizioni non gravi.

Chiarini, 35 anni di Faenza, ha partecipato su strada al Giro d’Italia nel 2008 e nel 2009 ed è arrivato decimo al Giro di Lombardia del 2011. Nel 2014 è passato alle Mountain Bike con prima con il Torpado Factory Team, poi con il Team Nob-Selle Italia ed attualmente nel Torpado Sudtirol. Tra i successi recenti, spiccano la 8^ Marathon del Salento ad inizio Aprile 2019, la Montagnana Gold Race e la Bicycle Race nel 2018.

Il podio maschile: da sinistra Casagrande, Chiarini, Colonna

Il romagnolo, alla prima vittoria al debutto assoluto a Cingoli, ha tagliato il traguardo in volata con il 48enne Francesco Casagrande, della Cicli Taddei, vincitore dell’edizione 2017. I due sono arrivati con un tempo di 2:08:45,01. All’arrivo ai Viali Valentini, Chiarini non ha potuto evitare l’impatto ad alta velocità con un organizzatore del circuito “Tre Regioni”, di cui fa parte anche la 9 Fossi. L’uomo, dopo la caduta sul pavè, ha riportato una ferita alla nuca ed è stato subito soccorso dai tre medici che erano sul traguardo. Trasportato all’Ospedale Carlo Urbani di Jesi, le sue condizioni non sono gravi.

Sul gradino più basso del podio si è classificato Paolo Colonna del Ciclosport 2000 Team. In campo femminile, invece, Maria Cristini Nisi si è aggiudicata la gara per il secondo anno consecutivo, con il 97° posto nella classifica generale. La 33enne del Team New Bike 2008 Racing Team, Campionessa Italiana Marathon nel 2017, ha preceduto Silvia Scipioni (Cicli Taddei, 149^ assoluta) e Daniela Stefanelli (Team Cingolani, vincitrice nel 2016 e nel 2017, 179^).

Il podio in rosa insieme alle ragazze immagine della 9 Fossi: da sinistra Scipioni, Nisi e Stefanelli

Per quanto riguarda il percorso lungo, altri bikers si sono contraddistinti nelle rispettive categorie. Nella M3, l’ha spuntata Jarno Calcagni (Asd Bici Adventure), sesto della generale e vincitore assoluto dell’edizione 2015, seguito da Serghey Mikalowski (Mondobici Tecnoplast, 16°) e da Francesco Calcagni (New Bike 2008 Racing Team, 20°). Nella categoria M2, è prevalso Cristiano Taliani, dell’Asd Bici Adventure, dodicesimo, con subito dietro Patrizio Paperini (Team Scott Pasquini Stella Azzurra, 18°) e Giorgio Rossini (Asd Crazy Bike Camerano, 22°). Il tredicesimo Diego Marancioni (Passatempo Cycling Team Asd) ha svettato nella M1, seguito da Simone Tassini (Team Scott Pasquini Stella Azzurra, 19°) e da Alessandro Magi (Passatempo Cycling Team, 33°).

Tra gli Junior MT, Nicola Fuoriasse dell’Asd Bici Adventure è stato il più veloce (21°), più staccati troviamo Nicolò Cannugi (34°, Avis Pratovecchio Errepi) e Cristiano Santolini (49°, Passatempo Cycling Team). Nella categoria M5, in prima posizione c’è Luca Montelatici del Team Scott Pasquini Stella Azzurra (arrivato 27°), che ha preceduto Ernelio Massarucci (Triono Racing Team, 43°) ed Alessio Semoli (Pasquini Stella Azzurra, 46°). Massimo Gambelli del Team Cingolani (40°) si è piazzato davanti a tutti per quanto riguarda l’M4, seguito dal compagno di squadra Giuseppe Santelli (47°) e da Matteo Guglielmi (Team Bike Cocif.com Asd, 53°).

La partenza lungo Borgo Paolo Danti, foto di Paolo Ceci

Si sono fatti valere anche gli atleti di casa dell’Avis Bike Club Cingoli. Il primo di loro è stato Alessandro Diletti, piazzato al 39° posto. Il biker di punta del sodalizio, Superavisbiker del 2018, è stato seguito dai cingolani doc Giovanni Cacciamani (62°), e Mario Compagnucci (76°). Completano la Top Ten Simone Corinaldesi (108°), Luca Fabbrizzi (126°), Matteo Ciriaci (130°), Matteo Longo (153°), Matteo Pigliapoco (194°), Francesco Scortechini (207°) e Mauro Cappelletti (226°).

Proseguendo nelle ultime categorie, Giampiero Ciabatti (Avis Pratovecchio Errepi, 95°) si è aggiudicato l’M6, davanti a Moreno Giulianelli (116°, Frecce Rosse Rimini) e Gianfranco Primaveri (119°, Team Scott Pasquini Stella Azzurra). L’M7 ha visto la vittoria di Marco Calise (140°) del Valle del Conca Nording Walking, seguito da Mario Tozzi (210°, Il Biciclo Team New Limits) e da Vittorio Giorgi (224°, Green Bike Alè Ciclyng).

Per quanto riguarda la speciale discesa cronometrata di Passo Vareno, il più veloce è stato Stefano Dal Grande del Bottecchia Factory Team, quarto della generale che ha percorso i boschi tra l’Internone e Capo di Rio in 5 minuti, 49 secondi e 33 centesimi, battendo la concorrenza proprio del vincitore assoluto Riccardo Chiarini (5:50,37) e del giallonero Alessandro Diletti (5:51,91). In campo femminile, si è proclamata regina di Fosso Vareno Monica Petruccioli del toscano G.S. Poppi (quarta tra le donne, 186^ generale), in 6 minuti, 51 secondi e 20 centesimi, precedendo Francesca Bianconi in 7:24,32 (Asd Biker in libertà, quinta in rosa e 245^) e Sara Grifi in 7:36,20 (GC Capodarco Fermo, settima tra le ragazze e 324^).

Oltre al percorso lungo, altri atleti hanno gareggiato anche nella specialità di 23 km. In questo campo, ha vinto Enrico Magarelli del GC Matelica in 1:02:24.10, con Luca Buccolini secondo (Comitato Provinciale Ascoli Piceno), Elia Moretti terzo (Team Bike Cocif.com Asd) ed Eugenio Ballerini quarto (Avis Bike Cingoli). Elisabetta Gagliardi (Baracca Lugo MTB) è risultata la prima donna del tracciato corto. Milena Fabrizi è stata l’unica cingolana dell’Avis Bike Club a partecipare, piazzandosi 61^ nella 23 km.

La partenza in Via Sant’Esuperanzio (ph. Paolo Ceci)

Il percorso di 28 km per le E-bike (biciclette elettriche), infine, è stato vinto da Alessio Giaconi, portacolori del club di casa, con il tempo di 1:11:51,89. Eleonora Campanari si è piazza seconda, mentre Enrico Vitali si è aggiudicato il terzo posto (Asd My Planet).

Gli assessori comunali Michele Vittori e Martina Coppari hanno presieduto alle premiazioni all’interno del tendone allestito presso la Pista di Pattinaggio, con la nuova pavimentazione. Ancora una volta tanti turisti sono accorsi a Cingoli per l’evento. La macchina organizzativa del presidente Primo Ciattaglia ha funzionato alla perfezione come al solito, grazie anche alla collaborazione di numerosi volontari del gruppo sportivo e non solo.

I volontari della Croce Rossa del locale comitato hanno prestato servizio per l’Assistenza Sanitaria ed erano presenti su ogni millimetro del percorso, per soccorrere gli atleti in difficoltà. C’è stato il solito grande successo, infine, del Pasta Party successivo alla gara, con ben 2850 pasti serviti in tre ore. La 9 Fossi si conferma una manifestazione vincente del panorama sportivo cingolano e marchigiano.

In foto: i bikers al Cristo delle Marche (foto di Paolo Ceci)

Giacomo Grasselli

giacomo.grasselli@qdmnotizie.it

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
  •   
  •  
  •  
  •  
  •   
Continua a leggere
Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.


Meteo Marche