Connect with us

Redazionali

UNICAM, CONVEGNO SULLA GESTIONE DELLE EMERGENZE NEL CENTRO ITALIA

unicam-gestione-emergenze-centro-italia

L’Università di Camerino ospiterà, tra il 28 ed il 30 ottobre, un convegno incentrato sulla gestione delle emergenze nelle regioni dell’Italia Centrale: lo ha comunicato l’ateneo attraverso una nota stampa pubblicata dal proprio sito ufficiale.

Come si legge su unicam.it, il convegno si intitolerà “Il terremoto nel Centro Italia del 2016. La gestione delle emergenze a Camerino e nei territori limitrofi” ed è stato organizzato nell’ambito di EmTASK, un “corso di perfezionamento in emergenze territoriali, ambientali e sanitarie dell’Università di Modena e Reggio Emilia“.

Il corso EmTASK è diretto dal dottor Mauro Soldati (professore ordinario presso il Dipartimento di Scienze Chimiche e Geologiche della Unimore) docente di Geografia Fisica e Geomorfologia; lo scopo del corso “è quello di fornire una solida preparazione di base e competenze interdisciplinari che possano favorire un approccio olistico nella prevenzione, gestione e superamento delle emergenze al fine di operare in modo consapevole in caso id eventi calamitosi“.

L’evento ospitato dall’ateneo marchigiano – grazie alla collaborazione con l’Università di Modena e Reggio Emilia – rappresenterà una sorta di laboratorio pratico sul campo per tutti gli studenti iscritti al corso.

Il programma del convegno

Attraverso i propri canali ufficiali, l’Università di Camerino ha reso noto anche quello che sarà il programma del convegno (per Unicam, l’organizzazione della giornata è a cura del dottor Domenico Aringoli della Sezione di Geologia della Scuola di Scienze e Tecnologie).

I lavori si apriranno lunedì 28 ottobre alle ore 15 presso la Sala Convegni del Rettorato; dopo i saluti delle autorità sono in programma “seminari su tematiche quali la gestione delle emergenze nel comparto Difesa, aspetti normativi, giuridici e sanitari nella gestione delle emergenze, pericolosità geologiche ed effetti sismoindotti“.

La seconda giornata del convegno, martedì 29 ottobre, si svilupperà attraverso una visita delle zone rosse dei principali comuni colpiti dal sisma (Visso, Norcia, Arquata del Tronto e Castelluccio di Norcia). Mercoledì 30 ottobre sarà la giornata conclusiva del convegno e, come si legge nella nota stampa dell’ateneo marchigiano, “sono previsti gli interventi del Prefetto, del Direttore Generale Unicam, del Commissario Straordinario per la Ricostruzione, del Comandante Provinciale dei Vigili del Fuoco, cui seguirà la visita alla zona rossa di Camerino accompagnati dal Sindaco Sandro Sborgia“.

Il convegno sul terremoto del 2016 è solo l’ultimo evento che testimonia il costante impegno dell’Università di Camerino nei confronti delle emergenze territoriali. Già il 14 ottobre (giorno della ricorrenza della Giornata Internazionale per la riduzione dei disastri naturali), infatti, l’ateneo aveva ospitato una giornata di studi sul tema “L’esposizione alle calamità naturali delle aree fragili dell’Appenino”. I lavori si sono svolti sia sotto forma di relazione da parte degli esperti in materia sia “in forma di workshop a sessioni multi-tematiche (giuridico, pianificazione, comunità resilienti, beni culturali, progettazione, idrogeologico)“.

La struttura dell’Unicam

L’Università di Camerino ha origini molto antiche; fondata probabilmente alla fine del XIII° secolo, oggi offre svariati indirizzi di studio per mezzo delle Scuole di Ateneo: Architettura e Design, Bioscienze e Medicina Veterinaria, Giurisprudenza, Scienze del Farmaco e Prodotti della Salute, Scienze e Tecnologie, School of Advanced Studies e la Scuola di Studi Superiori.

La Unicam è un ateneo a numero aperto; prevede un test di “verifica della preparazione iniziale” che non condiziona l’accesso ai corsi di studio e che varia, per modalità e tempi, a seconda del corso per il quale lo studente completa la procedura di immatricolazione. Ad ogni modo, la preparazione ai singoli corsi ed agli esami è importante per portare avanti in maniera proficua la carriera accademica; per questo non va trascurata la possibilità di ricevere supporto da parte di portali specializzati come UnidFormazione, che offrono la possibilità di seguire corsi di preparazione in vista di esami e test di ammissione.

Condividi
  •   
  •  
  •  
  •  
  •   
Continua a leggere
Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copyright © 2018 - Tutti i diritti riservati Associazione Culturale Massa Actii - via Roma, 18 - Cupramontana (An) Italy - P.IVA 02573660426 - tel. +39 0731 789023 - Registrazione c/o Tribunale di Ancona n° 1/13 del 14/01/2013 - Direttore Responsabile Oddino Giampaoletti.