Connect with us

Attualità

VERSO IL VOTO / CINGOLI, CONSALVI PRESENTA ‘UNITI PER CINGOLI’: «SIAMO L’ALTERNATIVA PER DARE UNA SVOLTA»

Il Centro Sinistra: “La città si è isolata ed è in agonia, la possiamo risollevare”

 

CINGOLI, 29 aprile 2019Il Centro Sinistra cingolano presenta la sua lista “Uniti per Cingoli”, con a capo l’ex segretario del PD di Cingoli, Raffaele Consalvi.

Ieri pomeriggio, 28 aprile, infatti, si è svolta la conferenza stampa di presentazione dei candidati presso l’Auditorium Santo Spirito di Cingoli.

Raffaele Consalvi

Chi è Raffaele Consalvi?

Il 63enne, pensionato, è stato già vice-sindaco dal 1985 al 1990. Ha lavorato come dipendente nel settore multinazionale di macchine agricole del Gruppo Fiat. E’ sposato ed ha due figlie, entrambe studentesse universitarie. Nel 2014 è stato nominato Maestro del Lavoro dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Oltre ad essere stato membro dell’amministrazione comunale, si è impegnato fin da giovanissimo in politica, prima come componente del Consiglio di Amministrazione della ASL di Jesi, poi recentemente come segretario del circolo locale del Partito Democratico.

La conferenza

Floriana Crescimbeni, una delle candidate della lista e vice-presidente dell’Avis di Cingoli, ha introdotto l’incontro. “Sarà – ha dichiarato – una campagna elettorale complicata. Da una parte ci sono due schieramenti di Centro Destra che combattono tra loro. Dall’altra ci siamo noi. Abbiamo compilato la nostra formazione nel migliore dei modi, dando la possibilità agli elettori di votare una lista di Centro Sinistra. Vogliamo cambiare la rotta della nostra comunità. Daremo il meglio di noi con grande impegno. La nostra campagna elettorale si basa su cose concrete. Ci sono ben 7 donne in lista, questo per me è un motivo d’orgoglio.”

Ha preso quindi parola il candidato sindaco Consalvi. “Ci siamo. – ha detto – La nostra è una lista veramente civica. Anche se il nostro orientamento è di Centro Sinistra, nessun componente è iscritto al Partito Democratico. Io stesso ho rassegnato le dimissioni da segretario della sezione locale. Mi sembrava giusto, perché tutti partiamo alla pari, esprimendo le nostre capacità e sensibilità. Inizierà una grande avventura a Cingoli e in tutte le frazioni, dove spiegheremo il nostro programma, con incontri sia trasversali che monotematici.”

L’ex segretario ha poi analizzato gli avversari. “Il quadro politico – ha aggiunto – è abbastanza chiaro. Ci sono due liste speculari di Centro Destra. L’amministrazione uscente ha una proposta politica debole, e lo si deduce dal fatto che l’attuale Primo Cittadino (Saltamartini, ndr) si sia già candidato alla carica di vice-sindaco. Se il buongiorno si vede dal mattino…”. Anche sulla lista di Francesco Pacetti, Consalvi esprime la sua opinione. “La lista a trazione leghista – ha aggiunto – è nata tramite un accordo tra tre persone (Giorgi, Lippi e Bacci, ndr) che fino all’altro ieri se ne dicevano di tutti i colori, sebbene il loro candidato sia un profilo di tutto rispetto. Le due squadre non parlano dei problemi della città: una accusa l’altra di essere autoreferenziale ed egocentrica, l’altra vuole mettere in cattiva luce gli avversari”.

La proposta

Cosa propone ‘Uniti per Cingoli’? “La nostra rosa – ha chiarito il 63enne – è competente e conosce il mondo politico. Dobbiamo salvare la nostra città dall’agonia e dall’isolamento di questi ultimi anni, nel rapporto con le altre istituzioni. Vogliamo parlare delle criticità dei cittadini, con soluzioni per dare risposte alle problematiche. La nostra squadra ha le competenze giuste per governare Cingoli, che deve svoltare anche dal punto di vista dello sviluppo economico. Tutti i dati macroeconomici, infatti, indicano una situazione fuori controllo per la nostra città. Possiamo veramente dare la svolta al Balcone delle Marche.”

Consalvi ha lasciato la parola all’avv. Fabrizio Panzavuota, da lui definito suo ‘braccio destro’ nella costruzione di questa campagna elettorale. “Il nostro progetto – ha dichiarato – è recente ma parte da lontano. E’ una sintesi di un Centro Sinistra che ha ritrovato una forte unità. Ci sono idee nuove. Possiamo spalancare le finestre chiuse di questo Comune, che hanno bisogno di aria nuova. Ci siamo presentati proprio a metà tra il 25 aprile, festa della Liberazione, e il 1° maggio, giornata dei lavoratori. I quattro nostri capisaldi, infatti, sono unità, lavoro, sostenibilità e sicurezza. Abbiamo tutte le capacità e le competenze per governare, ascoltando tutti i suggerimenti dei cittadini. Vogliamo costruire la Cingoli del futuro.”

Il legale ha poi passato la parola a Ilde Maggiore, insegnante e Maestro di musica, direttrice della Corale Polifonica Cingolana. “La nostra – ha specificato – non è una lista contro, ma una lista in funzione di, per la città, la persona, l’uguaglianza e la sostenibilità. Ci proponiamo di costruire relazioni e di reperire fondi per rilanciare la nostra comunità.”

E’ successivamente intervenuto Alberto Mazzini, funzionario della Regione Marche, residente ad Ancona ma originario della frazione cingolana di Villa Torre. “Io – ha debuttato – mi occupo di turismo. In Regione stiamo portando avanti dei progetti importanti, in sinergia con le attività economiche, ricettive, artigianali ed ambientali. A Cingoli dobbiamo creare turismo, investendo nell’economia, nel lavoro e nella produttività. I turisti devono spendere il loro denaro all’interno del nostro territorio. C’è da stupire ed emozionare i visitatori. La Regione ha finanziato il turismo anche delle amministrazioni comunali di Centro Destra. Sul Balcone, c’è molto da lavorare, in sinergia con altri attori interessati al territorio e a tutto ciò che gli sta intorno.”

Sulla falsa riga di Mazzini, anche Sandro Simonetti, storica figura politica del Centro Sinistra cingolano, ha incentrato il suo intervento sul turismo. “Dobbiamo – ha dichiarato – fare la nostra parte. L’amministrazione uscente non ha investito nelle attività turistiche perché non lo voleva fare. Occorre credere nelle opportunità economiche che vengono dall’Europa, per far vedere a tutti la bellezza della nostra città. Per fare ciò, i nostri obbiettivi sono rilanciare l’economia locale tramite incentivi. Eventi come quello di oggi (ieri per chi legge, la “9 Fossi di MTB”, ndr) richiamano migliaia di persone in un solo giorno, quindi c’è bisogno di maggiore attenzione. Sull’immigrazione, dico che l’integrazione è possibile, occorre solamente applicare le regole, per rendere il nostro Comune una realtà integrata.”

Un’altra foto della lista ‘Uniti per Cingoli’

La Lista

Il candidato sindaco ha dunque presentato i candidati della lista ‘Uniti per Cingoli’, commentando il loro curriculum e i motivi per il loro impegno in prima linea. La rosa dei candidati è composta da: Marco Bordi, dipendente azienda privata, Francesco Bravi, imprenditore, Alberto Calvelli, educatore e laureato in archeologia, Gastone Corti, architetto, Floriana Crescimbeni, ex dipendente Asur, Antonia Gasparini, impiegata di banca, Giovanni Gallo, pensionato ed ex consigliere Regione Veneto, Ilde Maggiore, insegnante, Alberto Mazzini, funzionario Regione Marche, Roberta Palpacelli, insegnante, Fabrizio Panzavuota, avvocato, Ilenia Pelagagge, impiegata di un ufficio sindacale, Pina Salomoni, pensionata ex insegnante, Sandro Simonetti, laureato in economia e dipendente associazione di categoria, Pacifico Tantucci (detto Sergio), pensionato ex dipendente enti locali, Laura Vitali Guardianelli, insegnante. La lista, per una propria scelta etica, non ha fornito le età dei candidati.

Ha concluso gli interventi Pina Salomoni, altra storica esponente del Centro Sinistra cingolano e consigliere di minoranza nelle ultime legislature a cavallo tra gli anni ’90 e 2000, “Sebbene io mi sia ritirata da tempo dalla politica – ha dichiarato – ho detto sì a Consalvi, perché, passo dopo passo, ha rimosso grossi ostacoli. Siamo la strada giusta per Cingoli, per aprirci alle città limitrofe, dalle quali ci siamo isolati. Raffaele sta attuando il giusto approccio di coordinazione con gli enti regionali, provinciali ed amministrativi. Questa è la tattica vincente. Aggiungo che, da residente nel cuore della città, fa male vedere il Centro Storico in questo stato di abbandono e di degrado.”

I candidati della lista, inoltre, hanno organizzato una cena in programma domani, Martedì 30 Aprile, alle ore 21.00 presso il Ristorante Pizzeria “La Pineta” di Villa Pozzo. Consalvi e i suoi compagni incontreranno tutti i simpatizzanti e gli interessati per discutere del programma e delle prospettive future per il loro impegno a servizio della città.

 

Giacomo Grasselli

giacomo.grasselli@qdmnotizie.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

In foto di copertina: Consalvi e la sua squadra

Condividi
  •   
  •  
  •  
  •  
  •   
Continua a leggere
Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.


Meteo Marche