Connect with us

Marche news

COLDIRETTI / Latte, arriva l’accordo: 4 cent in più al litro per salvare le stalle

Marche, in 20 anni la produzione, che oggi si aggira sulle 30mila tonnellate e vale 28,5 milioni di euro, si è dimezzata

ANCONA, 12 novembre 2021 – Con i costi delle materie prime alle stelle, i mangimi pressoché introvabili e gli animali al pascolo all’aperto per poter abbattere un po’ ma a scapito della sicurezza di greggi e mandrie maggiormente esposte al rischio di attacchi da parte di lupi o cani inselvatichiti affamati, almeno una buona notizia arriva per gli allevatori marchigiani dal fronte del latte con l’aumento di 4 centesimi del prezzo minimo senza che questo incida sui consumatori.

Accolta dunque la proposta di Coldiretti che aveva chiesto nelle scorse settimane l’avvio di un tavolo di settore. L’intera filiera è stata così convocata dal Ministro Stefano Patuanelli.

«La Grande distribuzione organizzata – riferisce la Coldiretti – si impegna affinché si valorizzino e si incrementino gli acquisti di latte Uht, latte fresco, yogurt e formaggi freschi e semi stagionati, tutti da latte 100% italiano, riconoscendo un premio “emergenza stalleche viene corrisposto alle imprese della trasformazione per poi essere riversato integralmente agli allevatori, sino a 3 centesimi di euro al litro di latte, con una soglia massima di intervento pari a 0,41 euro/litro alla stalla, iva esclusa

Le imprese di trasformazione, incluse le cooperative, a loro volta – continua la Coldiretti – si impegnano a riconoscere agli allevatori loro fornitori un premio aggiuntivo sino a 1 centesimo di euro al litro di latte entro la soglia fissata di 0,41 euro/litro alla stalla, iva esclusa, per il latte conferito nella regione Lombardia, parametro dal quale determinare le soglie di premio indicativo per il latte conferito nelle altre regioni d’Italia, senza tuttavia andare a diminuire quanto già riconosciuto».

Nella contrattualistica che regola i rapporti commerciali in essere sarà inserita la dicitura “Premio emergenza stalle”. L’accordo prevede anche una campagna pubblica di sensibilizzazione sul consumo di latte e derivati e per la valorizzazione di una produzione nazionale che supera le 12 milioni di tonnellate all’anno.

Nelle Marche la produzione si aggira sulle 30mila tonnellate tra latte di mucca (quasi 23mila tonnellate), capra, pecora e bufala. Un settore che vale 28,5 milioni di euro, secondo i dati Ismea, ma che nel tempo si è indebolito.

Ad oggi nelle Marche si contano oltre 3.200 allevamenti con circa 48mila bovini ma appena il 13% è orientato verso il latte. In 20 anni la produzione di latte si è dimezzata. Trend negativo anche per il latte di pecora la cui produzione si aggira sulle 3.600 tonnellate, scesa del 35% negli ultimi 20 anni.

La stabilità della rete zootecnica italiana ha un’importanza che non riguarda solo l’economia nazionale ma ha una rilevanza sociale e ambientale perché quando una stalla chiude si perde un intero sistema fatto di animali, di prati per il foraggio, di formaggi tipici e soprattutto di persone impegnate a combattere, spesso da intere generazioni, lo spopolamento e il degrado dei territori soprattutto in zone svantaggiate.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
  
    

news

Cronaca4 ore fa

Jesi / Nuovo parcheggio in via Garibaldi, approvato il progetto esecutivo

Dopo un lungo iter amministrativo, iniziato con la precedente Amministrazione, il sì in via definitiva per la realizzazione di Tiziana Fenucci...

Eventi & Cultura4 ore fa

Jesi / Gli adolescenti jesini negli scatti di Francesca Tilio

Alla mostra di Montefano che si apre oggi uno spazio dedicato a The QuaranTeen Project, a cura della fotografa jesina,...

Cronaca4 ore fa

Jesi / Festival, edizione in grande ascesa con 4.500 spettatori

Si guarda ora a quella del prossimo anno: nel 2023 la XXIII sarà dedicata al tema “Salti di gioia” Jesi,...

Cronaca4 ore fa

Jesi / “Premio Pentericci” agli studenti del Comprensivo Federico II

Assegnato ai tre alunni più meritevoli dello scorso anno scolastico in ricordo della professoressa Maria Luisa Nori Pentericci Jesi, 1 ottobre 2022...

Cronaca4 ore fa

Jesi / “Puliamo il mondo”, appuntamento domani agli Orti Pace

La pulizia interesserà anche l’area di Porta Valle e il Campo Boario, l’invito a partecipare dell’assessore Alessandro Tesei e della...

Eventi & Cultura4 ore fa

Jesi / Brand Festival, apprendere e scoprire

Da mattina a sera oltre 25 eventi, si parla delle “Identità in movimento” e del mondo che cambia: sino al...

Attualità4 ore fa

Castelbellino / “Puliamo il mondo”, oggi gli alunni nei parchi di Stazione

Coinvolte le classi IV e V della scuola primaria “Aldo Moro” armate dei kit forniti da Legambiente Castelbellino, 1 ottobre 2022 – “Ne abbiamo una sola!...

Sport4 ore fa

Pallamano A2 / Trasferta a Modena per la Polisportiva Cingoli

Nella quinta giornata i ragazzi di Alfredo Rodriguez Alvarez affrontano oggi la Pantareitalia Cingoli, 1 ottobre 2022 – La Polisportiva Cingoli vuole continuare a vincere per...

Sport4 ore fa

Pallamano A2 / Chiaravalle sfida in trasferta la capolista San Lazzaro

Grande test per scoprire cosa riserverà il resto del campionato, se l’aria rarefatta dell’alta classifica o una lotta serrata ai...

Alta Vallesina5 ore fa

Fabriano / «Dalla Whirlpool un atteggiamento prepotente»

Il commento del capogruppo in consiglio regionale di Fratelli d’Italia Carlo Ciccioli di Redazione Fabriano, 1 ottobre 2022 – Nel...

Meteo Marche