Segui QdM Notizie

Cronaca

Falconara Completamente ubriaco picchia il padre, secondo Daspo urbano

Emesso dal questore di Ancona, il 28enne falconarese si era reso protagonista di episodi di violenza in via Nino Bixio

Falconara – I Carabinieri della locale Tenenza, guidati dal Ten. Giuseppe Esposito, hanno notificato il Daspo urbano, emesso dal Questore di Ancona, al 28enne falconarese che nelle scorse settimane, in stato di ubriachezza, si era reso protagonista di episodi di violenza in via Nino Bixio dove aveva aggredito e malmenato il padre 56enne.

Il giovane, già in passato, era stato colpito da un primo Daspo urbano, sempre per episodi che hanno turbato la sicurezza pubblica che erano stati commessi tra il 2021 e il 2022.

Il 5 giugno scorso, in via Nino Bixio, in pieno centro, a poche decine di metri da Piazza Mazzini, il giovane, completamente ubriaco, era stato protagonista di una violenta lite con il padre. Aveva alzato il gomito e si era scagliato contro il genitore sembra per motivi economici, colpendolo con alcuni pugni anche al volto.

🔴 Leggi anche: Falconara Ubriaco picchia il padre al culmine di una lite

Fortunatamente il 56enne non aveva subito traumi rilevanti ma la lite familiare non era passata inosservata tanto che alcuni cittadini avevano telefonato ai Carabinieri. I militari giunti sul posto si erano trovati di fronte il 28enne ubriaco, lo avevano ricondotto a più miti consigli sanzionandolo per ubriachezza molesta. Il giovane, di origine siciliana come il genitore, residente a Falconara, aveva già subito un Daspo urbano il 19 febbraio 2022, quando in pieno centro storico, in Piazza Mazzini, la pattuglia di agenti della Polizia Locale, che presidiavano il centro città, lo avevano individuato, anche allora completamente ubriaco.

Il giovane si reggeva in piedi a stento, non era in grado di badare a se stesso e gli agenti della Municipale, viste le sue condizioni, avevano deciso di riaccompagnarlo a casa. Nei suoi confronti era scattato il Daspo urbano, che gli vietava di frequentare la zona del centro città per 48 ore.

Il ragazzo aveva dovuto inoltre pagare una sanzione di 400 euro.

© riproduzione riservata

News