Segui QdM Notizie

Attualità

Falconara Dal degrado al recupero per gli immobili di via Roma

Il progetto consentirà di riqualificare un complesso di edifici nella zona del centro per realizzare nuove abitazioni di qualità e uffici, senza consumo di suolo

Falconara – Gli immobili abbandonati di via Roma diventeranno un moderno complesso residenziale, adeguato alle ultime norme sul risparmio energetico.

Un buon esempio di recupero dove ha regnato per anni il degrado viene dal progetto di Erap Marche, che ha avviato i lavori come previsto da un protocollo d’intesa siglato con il Comune di Falconara nel 2018.

via Roma, corte

Il recupero riguarda gli edifici che sorgono ai civici 8, 10 e 12 di via Roma, da cui ricavare otto alloggi di edilizia agevolata e due uffici. Il completamento dei lavori è previsto per la metà del 2025.

Via Roma 20

«Il progetto – afferma il sindaco Stefania Signorini – consentirà di riqualificare un complesso di edifici in forte degrado nella zona del centro, per realizzare nuove abitazioni di qualità, senza consumo di suolo, dotati di una piccola area verde e di spazi comuni, realizzati nel rispetto dei più moderni dettami del risparmio energetico. Non si tratta di case popolari, ma di edilizia agevolata, ossia di alloggi destinati in via prioritaria alle giovani famiglie e alle persone sole».

Via Roma 21

L’Erap ha avviato lo smaltimento del materiale contenuto all’interno delle palazzine e subito dopo si procederà alla demolizione e alla ricostruzione degli edifici, che coprono circa metà dell’isolato tra via Roma e via Marsala. Sarà riqualificata anche la corte interna. La riqualificazione riguarda una superficie di circa 900mq e sarà realizzata grazie a finanziamenti Pnc (Fondo complementare al piano nazionale di ripresa e resilienza) nell’ambito del «Programma Sicuro verde e sociale: riqualificazione dell’edilizia residenziale pubblica».

Via Roma 22


Attualmente gli edifici hanno forme e dimensioni diverse. Al posto degli immobili più alti sarà costruito un unico immobile a tre livelli, che al piano strada conserverà la facciata in muratura del primo Novecento, nel quale saranno ricavati i due uffici, oltre a un appartamento di oltre 40mq, mentre ai due livelli superiori troveranno spazio 6 alloggi. Il progetto di Erap Marche ripropone il tessuto urbano e tipologico dell’edificio a Cortina, con corte retrostante e copertura a capanna, la cui facciata principale è quella lungo via Roma. Gli immobili recuperati saranno di classe energetica A4, questo significa che sarà decisamente ridotto il consumo di energia.

© riproduzione riservata

News