Segui QdM Notizie

Attualità

FALCONARA Dimissioni, la replica di Alberto Brunetti

Il Comandante della Polizia Locale: «Il tempo sarà galantuomo rispetto a tutte le questioni sollevate», le reazioni dei politici e del sindacato Ugl, il vice rimane al suo posto

FALCONARA, 14 giugno 2021 – La lettera di dimissioni resta sul tavolo del sindaco Stefania Signorini ma Alberto Brunetti, Comandante della Polizia Locale (foto in primo piano), dopo aver sempre rifiutato di replicare alle varie questioni in cui era stato chiamato in causa, questa volta risponde.

«Le mie dimissioni – sottolinea – sono dettate da un incremento delle incombenze dovute dall’emergenza sanitaria. Ringrazio il sindaco e gli assessori per la fiducia e il sostegno che mi hanno accordato».

«Proprio grazie a questa fiducia il Comando negli ultimi anni è molto cresciuto. Le mozioni presentate dall’opposizione e i continui attacchi da parte di un’unica sigla sindacale (la Ugl, ndr) sono stati per me uno stimolo a continuare nel mio ruolo. Il tempo sarà galantuomo rispetto a tutte le questioni sollevate e posso già affermare che lo è stato: il mio operato è già stato vagliato nelle competenti sedi disciplinari e penali senza alcun rilievo, archiviando le segnalazioni e le querele».

Brunetti conferma, però, che settori come quelli di cui è dirigente sono difficili da sostenere e da conciliare con il ruolo di Comandante di una Polizia Locale come quella di Falconara.

«Da un lato la scuola, che con la pandemia ha richiesto una completa riorganizzazione, poi i servizi sociali, che ancora di più hanno richiesto uno sforzo organizzativo straordinario, infine la Polizia locale, impegnata in prima linea sia nei controlli sul rispetto delle norme anticontagio, sia nel servizio di informazione verso la cittadinanza, impegni che sono andati di pari passo con un incremento delle competenze della figura dell’agente di Polizia Locale».

L’Amministrazione comunale rinnova la fiducia e l’apprezzamento ad Alberto Brunetti, come fatto in occasione della mozione presentata da Loris Calcina, che ne aveva chiesto le dimissioni.

«Un clamoroso autogol quello di Calcina – afferma la Giunta –, infatti in quell’occasione la minoranza, in genere compatta nel votare, si è completamente sgretolata. Solo tre consiglieri di opposizione l’hanno avallata, gli altri hanno votato con la maggioranza. La mozione alla fine è stata bocciata da 11 consiglieri e si è trasformata in un insuccesso per chi l’ha presentata».

leggi anche FALCONARA / Si dimettono Comandante e vice della Polizia Locale

Mirco Bellagamba, che in un primo tempo aveva rassegnato le dimissioni da vice Comandante, resterà al suo posto.

Loris Calcina parla di una «sfida alla legalità da parte del sindaco che conferma la fiducia al Comandante».

«Di errori e di comportamenti non corretti ne sono stati commessi a iosa: come fa la Signorini a far finta di nulla?».

Anche Bruno Frapiccini, consigliere del M5S, puntualizza alcuni aspetti.

«La votazione di cui parla il sindaco era a scrutinio segreto: come può la Signorini sapere cosa ho votato? E anche mi fossi astenuto questo non significa che il M5S sostiene la maggioranza. Ho più volte espresso la mia contrarietà a questo modello organizzativo della Polizia Locale così come mi sono chiaramente opposto in Consiglio all‘audizione di Brunetti, che semmai doveva essere fatta in commissione e lasciare il Consiglio poi tutto in chiaro, senza censura».

«L’Ugl ha sempre offerto collaborazione – afferma Vincenzo Marino, segretario regionale Ugl Polizia Locale Marche – e cercato dialogo e confronto ma spesso con i vertiti tecnici e politici è stato impossibile. Ci auguriamo che il clima cambi».

Gianluca Fenucci

©RIPRODUZIONE RISERVATA

News