Segui QdM Notizie

Attualità

Falconara Nuove risorse ai servizi sociali dopo il taglio dei 50mila euro

Raimondo Mondaini: «Era necessario e inderogabile perché l’operazione era legata a una emergenza ma ci siamo già attivati in merito»

di Gianluca Fenucci

Falconara, 27 ottobre 2022 – Si è riunita nel pomeriggio di oggi, come sollecitato dalle organizzazioni sindacali, la commissione comunale che si occupa di bilancio e finanze per discutere dello spostamento di 50 mila euro dal capitolo dei servizi sociali per finanziare l’aumento di spesa degli interessi sui mutui.

Il vice Sindaco con delega al bilancio, Raimondo Mondaini, ha rassicurato i sindacalisti di Cgil, Cisl e Uil e anche i consiglieri di opposizione affermando che l’operazione di spostare 50 mila euro dai servizi sociali era legata a un’emergenza.

«L’Amministrazione comunale – ha detto Mondaini – si è già attivata per trovare le risorse per rispondere alle esigenze dei cittadini in merito ai servizi sociali e praticamente le ha già reperite. I 50 mila euro sono stati utilizzati temporaneamente per la copertura degli interessi dei mutui che rappresentano una spesa inderogabile ma siamo i primi a voler mantenere la qualità dei servizi che il Comune di Falconara offre ai suoi cittadini. Non potevamo certo reperire ulteriori risorse finanziarie per coprire i maggiori costi dell’ente attingendo dai proventi derivanti dalle sanzioni amministrative del capitolo dell’autovelox e del tutor: l’impiego delle risorse derivanti dall’autovelox – ha evidenziato il vice Sindaco – è consentito in via straordinaria solo per affrontare le maggiori spese energetiche e non certo gli interessi sui mutui come nel nostro caso che non potevano essere finanziati con quelle risorse».

Alessandro Mancinelli della Cisl, parlando anche a nome delle altre sigle sindacali, aveva sollevato la questione del caro bollette con finanziamenti a favore delle famiglie in difficoltà. L’assessore Mondaini non ha escluso interventi e l’impegno dell’ente a individuare e reperire ulteriori risorse per venire incontro ai nuclei familiari che vivono situazioni difficili.

«L’Amministrazione comunale, come tutti conoscono, ha già effettuato un intervento importante con oltre 80 mila euro messi a disposizione nel mese di luglio – ha proseguito il vice sindaco Mondaini – per affrontare emergenze che riguardavano i canoni di locazione e le utenze. Ribadisco, come altre volte ho dovuto fare, che non esistono risorse esclusivamente rivolte ai servizi sociali: esistono le risorse del bilancio comunale che vengono di volta in volta destinate ai capitoli dove vi è maggiore necessità, dove c’è esigenza più urgente. Ricordo che la spesa per gli interessi sui mutui è inderogabile e il prelievo avviene in maniera automatica dalla tesoreria comunale su fondi dell’ente ed è quindi obbligatorio assicurare la copertura di queste spese».

«Non è certo una nostra responsabilità se abbiamo ancora 50 milioni di mutui che generano interessi importanti che appesantiscono il bilancio comunale. Qualora dovessero entrare ulteriori risorse saremo pronti a destinarle alle necessità più urgenti dei cittadini proprio nei settori in cui abbiamo dovuto intervenire e dove abbiamo dovuto ridurre gli stanziamenti e cioè nel sociale che rappresenta un settore molto delicato e sensibile, dove talvolta è facile montare polemiche e strumentalizzazioni. Esistono anche altri settori che sono molto importanti per la vita amministrativa e sociale come l’economato. La responsabilità di chi amministra è assicurare l’equilibrio del bilancio comunale con gli strumenti che si hanno a disposizione».

I sindacalisti hanno mostrato disponibilità e apertura ai contenuti illustrati dal vice Sindaco.

©riproduzione riservata

News