Segui QdM Notizie

Attualità

Falconara Proseguono i lavori di rafforzamento delle scogliere sul lungomare

Solo per Falconara l’investimento è di circa 8milioni di euro, interventi che interessano anche Marina di Montemarciano e il letto del fiune Esino, tra i più importanti per la difesa della costa mai eseguiti nelle Marche

Falconara – Proseguono quotidianamente i lavori di ripascimento delle scogliere sul lungomare di Montemarciano che interesseranno anche il litorale di Falconara.

Le spiagge di Falconara e Montemarciano sono destinatarie di un intervento fondamentale che l’assessore regionale all’ambiente Stefano Aguzzi ha definito il più importante per la difesa della costa mai eseguito nelle Marche.

«Solo per Falconara – ricorda il sindaco Stefania Signorini – l’investimento è di circa 8milioni di euro. E’ importante che i lavori partano da Montemarciano, dove si concentra l’emergenza legata all’erosione e l’esigenza di una messa in sicurezza immediata. Attendiamo le opportune verifiche, già avviate, per le opere previste anche sulla costa falconarese e sul letto del fiume Esino».

Il Sindaco commenta così l’avvio della rifioritura delle scogliere lungo la spiaggia di Montemarciano, che rientra tra i lavori, per un totale di oltre 17 milioni di euro, con i quali sarà protetta tutta la costa tra Rocca Mare e Marina. E’ previsto anche il prelievo di ghiaia dal letto del fiume Esino per il ripascimento della spiaggia di Montemarciano.

«Sono interventi attesi da tempo – ha aggiunto – che sul fronte falconarese permetteranno di completare la difesa della costa di Rocca Mare. La spiaggia che sarà recuperata grazie a questa opera permetterà di realizzare l’importante progetto di un collegamento diretto tra i litorali di Falconara e Marina, con la realizzazione di percorsi pedonali e ciclabili».

L’altro aspetto importante è lo scavo dell’alveo del fiume Esino, che interesserà un tratto di 15 chilometri dalla foce, da Jesi a Falconara, dato che il materiale ghiaioso per il ripascimento della spiaggia di Marina verrà prelevato proprio dal fiume.

«Questo – ha aggiunto il primo cittadino – permetterà di mettere in sicurezza il territorio anche dal rischio di esondazioni».

I lavori sul lungomare di Montemarciano continueranno fino al 31 marzo perché dal 1 aprile inizia la stagione balneare e non si può più operare.

«I lavori – spiega il vicensidaco di Montemarciano Andrea Tittarelli – prevedono la manutenzione dei pennelli con apporto di nuovi scogli e poi il ripascimento all’interno dei pennelli che dovrà riformare una nuova spiaggia. Il resto dei ripascimenti riprenderà dopo l’estate. Speriamo che l’intervento sia definitivo e che risolva definitamente i problemi legati all’erosione. Deve esserci una prospettiva di lunga durata per chi ha le attività sul lungomare anche se l’Amministrazione comunale montemarcianese ha sempre chiesto sin dall’inizio la costruzione di scogliere rigide, ma questa soluzione non è mai stata avvallata dal Piano di difesa regionale».

© riproduzione riservata

News