Segui QdM Notizie

Attualità

Falconara Rocca Mare, spiaggia dimenticata eppure amata dai bagnanti

Ivo Piccinini che da venti anni si occupa delle problematiche del quartiere: «Ci stiamo dando da fare, ma tutto a nostre spese»

di Gianluca Fenucci

Falconara, 18 maggio 2022 Ivo Piccinini è l’anima della Rocca. E’ un uomo mite e profondamente innamorato di questo lembo di litorale che pare abbandonato da Dio: cumuli di legna e rifiuti portati in spiaggia dalle mareggiate, solchi profondi come canyon che ostacolano la discesa verso il bagnasciuga, vialetti trascurati.

Ivo Piccinini non ama le polemiche, è un uomo del fare, uno pratico che “non ha il polso di un matematico” per dirla con Guccini.

E’ intento a sistemare aiuole e verde pubblico, allarga le braccia e dice: «Basta guardarsi intorno e ci si accorge della situazione».

Eppure già in questi caldi giorni di maggio in spiaggia alla Rocca ci sono persone che prendono il sole e respirano l’aria salubre del mare: signore in pensione, giovani amanti della tintarella, anziani alla ricerca di qualche ora di svago. Ma il panorama è desolante: sporcizia, legna accatastata e la buona volontà dei volontari della Pro Loco di Rocca Mare non basta a risolvere problemi annosi.

«Non accuso nessuno – sottolinea Ivo Piccinini che da una ventina d’anni si occupa in prima persona delle problematiche del quartiere –, so che l’Amministrazione comunale si impegna per tante cose, per sistemare e ristrutturare edifici pubblici e poli di aggregazione ma forse sarebbe stato preferibile che la Rocca fosse sotto il Comune di Chiaravalle piuttosto che quello di Falconara».

E’ una provocazione, la sua, perché lui a Falconara vuole un gran bene ma è difficile dargli torto se ci si aggira per le stradine e soprattutto per la spiaggia della Rocca.

«So che le risorse finanziarie pubbliche latitano – afferma il presidente della Pro Loco di Rocca Mare – ma qualche attenzione in più non guasterebbe. Noi ci stiamo dando da fare, ci stiamo impegnando per rendere migliore questo luogo che in estate è frequentato da 5.000 persone e dove in inverno vivono stabilmente circa 200 persone che pagano regolarmente tasse e imposte. Per renderla più viva e fruibile tra poco istalleremo nell’area vicino alla statua della madonnina alcuni giochi, il tennis da tavolo e una piccola palestra a cielo aperto per bambini e ragazzi. Tutto a nostre spese».

Il progetto prevede di piantumare piante e alberi per proseguire il vialetto che è già esistente e che era stato creato anni fa da Piccinini e dai Pionieri della Rocca.

«Anche nella zona più vicina alla raffineria Api vorremmo impiantare essenze arboree e piante. Servirebbe anche un altro bagno pubblico perché ci sono 800 metri di spiaggia serviti solo da una toilette. Il Comune sembra disponibile ma occorre far presto e sistemare prima di tutto la spiaggia perché la stagione estiva è praticamente iniziata. Anche l’area riservata all’accesso per i cani deve essere sistemata adeguatamente».

E dire che alla Rocca le iniziative e gli eventi non mancano a cominciare dalla Festa del Mare con la processione di barche molto attesa nella seconda domenica di agosto e i diversi spettacoli di teatro amatoriale e musica live che riscuotono tanto successo di partecipazione di pubblico. Piccinini annuncia novità anche per la statuetta della Madonna.

«Un ragazzo che abita alla Rocca ha creato un bellissimo mosaico di vetro che arricchirà il monumento».

©riproduzione riservata

News