Segui QdM Notizie

Cronaca

Jesi Baby turisti, cambio pannolino o allattamento: a Palazzo Pianetti si può

Mercoledì 13 dicembre l’inaugurazione del pit stop dedicato alle famiglie anche di passaggio per il centro, patrocinato dal Comune e promosso da Soroptimist e Unicef

Jesi – Sarà uno spazio dedicato a tutte le mamme e alle famiglie che, di passaggio in centro, avranno bisogno di fermarsi per allattare il proprio bimbo o per un cambio pannolino. L’area baby pit stop, allestita presso la Galleria degli Stucchi di Palazzo Pianetti, è quasi pronta e mercoledì prossimo, 13 dicembre, sarà ufficialmente inaugurata.

Il progetto, patrocinato dal Comune di Jesi, è stato promosso dai Comitati provinciale e regionale Unicef e dal Club Soroptimist di Jesi in base a un protocollo d’intesa sottoscritto a livello nazionale, a favore della salute e del benessere dell’infanzia e dell’adolescenza, tra i cui obiettivi c’è la creazione di spazi protetti all’interno di immobili pubblici o privati dove le famiglie possano trovarsi a proprio agio e nel rispetto della privacy, nell’allattare il bambino o nel cambio pannolino.

Il locale individuato come più idoneo al ruolo, per dimensioni e riservatezza, è l’ambiente esagonale posto alla fine dell’aula didattica al primo piano di Palazzo Pianetti, sede della Pinacoteca, all’interno della Galleria degli Stucchi.

Dispone di una poltrona per l’allattamento e di un fasciatoio per il cambio del bebè, di un tavolino con libri e piccoli giochi per eventuali fratellini o sorelline che dovessero aspettare la mamma.

«Lo spazio è quasi pronto – ha detto Romina Quarchioni, responsabile dell’Ufficio Musei Cultura e Turismo del Comune di Jesi – manca solo qualche piccolo accessorio, sarà un’area aperta a tutte le famiglie, non solo a quelle in visita al museo ma anche a chi si trova in giro per il centro e ha bisogno di uno spazio di questo tipo».

L’area pit stop infatti sarà segnalata con appositi totem disposti davanti a Palazzo Pianetti, ma anche lungo Corso Matteotti all’altezza del vicolo che conduce all’ingresso della pinacoteca.

L’individuazione dei Musei Civici come prima sede di apertura di un Baby pit stop nella nostra città, avevano spiegato gli uffici comunali al momento di presentazione del progetto, «rappresenta una preziosa opportunità per presentare ai cittadini i luoghi della cultura come luoghi accoglienti e aperti alle esigenze della collettività e per una “città amica delle bambine e dei bambini».

Il progetto fa anche parte del programma nazionale Insieme per l’allattamento “Ospedale e comunità amici dei bambini”, finalizzato alla sensibilizzazione dei cittadini all’allattamento nei luoghi pubblici.

© riproduzione riservata

News