Segui QdM Notizie

Cronaca

JESI BANCA MARCHE, I RAPPRESENTANTI DEI RISPARMIATORI CHIEDONO UN SUMMIT IN REGIONE

Sandro Forlani e Bruno Stronati (foto CriCo)

Sandro Forlani e Bruno Stronati (foto CriCo)

JESI, 15 gennaio 2016 – Lettera aperta al governatore delle Marche, Luca Ceriscioli, da parte di “Dipendiamo Banca Marche”, “Unione nazionale consumatori” e  “Azionisti privati Banca Marche” in merito alla costituzione della Commissione d’inchiesta da parte della Regione, annunciata nell’ultimo Consiglio di martedì 12 gennaio.

Le associazioni chiedono un incontro urgente con Ceriscioli e il Consiglio regionale per illustrare proposte adeguate in aiuto dei piccoli risparmiatori «danneggiati da questa assurda vicenda».

Infatti, «la Regione non ha poteri coercitivi – afferma la nota – verso chi ha causato il dissesto dell’istituto e non può procedere ad una attività di indagine autonoma. Anche perché l’art. 5 del decreto legislativo 180 (il “salva banche”) impone il segreto d’ufficio a tutti i soggetti istituzionali (ministero, Banca d’Italia e Consob) anche nei confronti di tutte le pubbliche amministrazioni e, quindi, anche verso l’eventuale commissione regionale d’inchiesta».

«L’unica iniziativa utile che la Regione Marche dovrebbe proporre in questa fase è quella di impugnare il decreto del Governo».

News