Segui QdM Notizie

Attualità

JESI PRATICHE SUAP E SUE ON LINE, CON LA DIGITALIZZAZIONE IL PORTALE UNICO

JESI, 6 novembre 2018Digitalizzazione. Era questo uno degli obiettivi da raggiungere contenuti nel programma elettorale del sindaco Massimo Bacci. Oggi questo traguardo è stato raggiunto, ponendo la città di Jesi tra i Comuni più avanzati d’Italia. Alle ore 9 di venerdì prossimo 9 novembre sarà presentato il portale per l’invio telematico delle pratiche dello Sportello Unico per le Attività Produttive, Suap e della Sportello Unico per l’Edilizia, Sue, presentazione che si terrà presso la Fondazione Colocci. La bella notizia, che sicuramente farà felici molti professionisti, è stata comunicata, ieri mattina nel corso di una conferenza stampa, dallo stesso primo cittadino e da Elena Calabrese che ne ha curato il progetto.

«Il portale rappresenta un ulteriore passo in avanti nel progetto ambizioso che intende digitalizzare fortemente i propri processi e le procedure al fine di semplificare l’attività amministrativa e al contempo migliorare la relazione con l’utenza in termini di velocità di risposta e trasparenza». Il portale di cui si parla, a dire il vero, era già stato avviato nelle settimane scorse, quando è stato aperto per la partecipazione ai concorsi pubblici. Nelle prossime settimane saranno coinvolti tutti i servizi comunali e sarà operativo da gennaio 2019.

«In termini di semplificazione dell’attività amministrativa – ha detto Elena Calabrese – abbiamo ottenuto un consistente finanziamento70 mila euro – frutto della partecipazione a un bando regionale, insieme ad altri 30 comuni della Vallesina, del Fabrianese e della bassa provincia di Pesaro-Urbino». Finanziamenti che serviranno per migliorare i processi di back office.
Al termine dell’illustrazione prettamente tecnica dell’innovazione tecnologica, il sindaco Massimo Bacci ha tenuto a sottolineare come il processo di digitalizzazione aumenterà quella trasparenza amministrativa che molti mettono in discussione: questo perché saranno gli stessi cittadini a confrontarsi con la tecnologia operando prevalentemente da casa, senza affrontare il personale allo sportello.
Il nuovo servizio partirà, dunque, dal 9 prossimo per un periodo provvisorio sino alla fine dell’anno e durante quest’arco di tempo «sarà possibile presentare le istanze ancora nella maniera
tradizionale, soprattutto – si chiarisce – per quanto riguarda l’edilizia». Durante tutto questo tempo i cittadini utenti avranno l’opportunità di fruire di un supporto, vale a dire di «una guida sulla pagina iniziale del portale e un indirizzo di posta dedicato al quale scrivere in caso di necessità».
(s.b.)
RIPRODUZIONE RISERVATA

News