Segui QdM Notizie

Jesi

Jesi Vigili del Fuoco, la celebrazione della patrona Santa Barbara – Video

Una tradizione che si rinnova, rappresentanti di tutte le Forze dell’ordine presenti nel distaccamento di Viale Gallodoro per la messa, oltre 1.900 gli interventi di quest’anno in Vallesina

Jesi – «La nostra comunità ha un motivo grande per dire grazie, per la presenza sul territorio di chi corre e soccorre, proprio come ha fatto Santa Barbara», così si è aperta l’omelia di don Paolo Ravasi, dedicata alla celebrazione della Patrona dei Vigili del Fuoco, nel distaccamento jesino di Viale Gallodoro, che nella giornata del 4 dicembre da tradizione viene festeggiata in tutte le città d’Italia.

Tra i Sindaci presenti alla cerimonia, il primo cittadino di Jesi Lorenzo Fiordelmondo e quello di Castelplanio Fabio Badiali, quindi i componenti le squadre del distaccamento cittadino dei Vigili del Fuoco, rappresentanti della Croce Rossa con il presidente Francesco Bravi, e i rappresentanti delle Forze dell’ordine del territorio, tra cui il comandante della Compagnia dei Carabinieri di Jesi, capitano Elpidio Balsamo e il comandante della Stazione, il luogotenente Fiorello Rossi, il vice questore Paolo Arena, dirigente del Commissariato, il comandante della Polizia Locale Cristian Lupidi e il vice Filippo Peroni, il comandante della Guardia di Finanza, capitano Gianmarco Di Deodato.

photo_2023-12-04 17.21.07
photo_2023-12-04 17.21.05
photo_2023-12-04 17.21.02
photo_2023-12-04 17.21.00
photo_2023-12-04 17.20.58
photo_2023-12-04 17.20.56
photo_2023-12-04 17.20.54
photo_2023-12-04 17.20.52
photo_2023-12-04 17.20.50
photo_2023-12-04 17.20.48
photo_2023-12-04 17.20.47
photo_2023-12-04 17.20.45
photo_2023-12-04 17.20.43
photo_2023-12-04 17.20.41
photo_2023-12-04 17.20.39
photo_2023-12-04 17.20.37
photo_2023-12-04 17.20.36
photo_2023-12-04 17.20.34
photo_2023-12-04 17.20.33
photo_2023-12-04 17.20.21
previous arrow
next arrow
Shadow

«Un grande grazie va anche a quei Vigili del Fuoco che ci hanno raggiunto da Verona e da Rovigo – ha aggiunto don Paolo, riferendosi agli uomini che si sono aggiunti in queste giornate di emergenza dovuta al forte vento -. Il vostro lavoro è prezioso siete al servizio della gente, delle persone che hanno bisogno di aiuto, in questa giornata proprio Santa Barbara ci ricorda gli strumenti del fuoco, delle sirene e della collaborazione».

«Il fuoco che siamo chiamati ad accendere è quello del bene e dell’aiuto che fa del bene, che riscalda e che dobbiamo diffondere intorno a noi, le sirene sono il simbolo del risveglio, dobbiamo svegliarci dal sonno e dall’indifferenza per offrire aiuto alle persone più fragili e questo aiuto lo si dà insieme, ecco l’importanza della collaborazione tra Forze dell’ordine per agire nella direzione del bene comune».

Un’occasione di festa utile anche per fare il punto sugli interventi effettuati dal distaccamento jesino nell’arco dell’anno che sta per concludersi, circa 1.900 quelli in Vallesina, oltre 9.300 quelli della provincia di Ancona, come ha spiegato il capo distaccamento Bruno Palmieri facendo riferimento anche ai numerosi interventi degli ultimi giorni e ringraziando tutto il personale per l’enorme lavoro che è stato fatto in questa e nelle altre occasioni di soccorso.

«Centinaia di segnalazioni per i danni dal vento che ancora dobbiamo portare a termine – ha spiegato – e che hanno visto l’impiego di forze aggiuntive, il doppio del personale in servizio e l’arrivo di altri moduli da Verona e Rovigo, con mezzi speciali che ci permettono di raggiungere altezze superiori a quelle che riusciremmo a guadagnare con le normali attrezzature».

A concludere la cerimonia la lettura di una poesia dedicata a Santa Barbara e un canto sempre dedicato alla Patrona dei Vigili del Fuoco.

© riproduzione riservata

News