Connect with us

Marche news

L’INDAGINE / Azienda ottiene indebitamente la cassa integrazione per Covid-19

La ditta di Osimo aveva richiesto la Cig per periodi di tempo in cui le attività non erano state sospese, denunce e sequestri per i titolari

OSIMO, 25 novembre 2021 – La Tenenza della Guardia di Finanza di Osimo ha denunciato i responsabili di una società osimana di manutenzione impianti, che ha usufruito indebitamente della Cassa integrazione guadagni, prevista nell’ambito delle misure a sostegno delle imprese colpite dalla crisi economica determinata dal Covid-19.

Per far fronte alla crisi economica determinata dall’emergenza epidemiologica, a partire dal primo “Decreto Rilancio” del marzo 2020 e fino alla legge di Bilancio 2021, il legislatore ha allargato la platea dei beneficiari della Cassa integrazione guadagni, per rinforzare la tenuta economica a vantaggio di lavoratori e aziende. 

Nel corso dei servizi volti alla verifica dei requisiti richiesti per accedere ai benefici economici riconosciuti ed erogati dallo Stato, le Fiamme Gialle osimane hanno riscontrato che un’azienda aveva richiesto l’accesso all’ammortizzatore sociale dell’integrazione salariale per tutti i suoi 15 dipendenti, che erano stati indicati come sospesi dal lavoro a causa della pandemia proprio nei mesi di marzo, aprile e maggio del 2020, periodo di piena emergenza sanitaria.

I finanzieri, invece, hanno riscontrato una situazione ben diversa dalla realtà: l’azienda, aveva emesso diverse fatture relative a interventi prestati ai clienti; tali interventi, come rilevato dai militari, sarebbero stati eseguiti proprio dagli operai della società che, diversamente da quanto indicato nelle richieste di Cassa integrazione presentate all’ente previdenziale, avevano invece continuato a lavorare negli stessi giorni per i quali era stata richiesta l’integrazione salariale.

Il riscontro di tali condotte, oltre ai documenti contabili, è stato fornito grazie alle ulteriori minuziose investigazioni dei finanzieri, i quali hanno raccolto concreti e precisi elementi della presenza degli operai nei luoghi e nelle date di esecuzione dei lavori, come da riscontri diretti effettuati presso i fornitori e i clienti dell’azienda e da dichiarazioni rilasciate da persone informate sui fatti.

Così facendo l’impresa, che contrariamente a quanto attestato non aveva interrotto l’attività né avuto un calo di lavoro, continuando a fatturare anche nel periodo del lockdown dello scorso anno, ha trovato il sistema per non sostenere il costo del personale, riversandolo sulle casse dell’Inps, con un danno per le casse dell’ente per 52.000 euro.

I responsabili della frode, due coniugi osimani, sono stati denunciati per la violazione dell’articolo 316 ter del codice penale – indebita percezione di erogazioni a danno dello Stato – che prevede la pena della reclusione da sei mesi a tre anni.

Il Giudice per le indagini preliminari (Gip) di Ancona, su richiesta della Procura della Repubblica di Ancona che ha coordinato le indagini, ha emesso un provvedimento di sequestro preventivo per l’intero valore indebitamente percepito che è stato eseguito sulle disponibilità finanziarie e su un immobile riconducibile agli indagati.

La Guardia di Finanza, da sempre, esercita un costante presidio a contrasto delle frodi anche in tema di spesa previdenziale, ossia quelle risorse che lo Stato destina all’assistenza sociale e a varie forme di sussidio. 

L’azione che il Corpo rivolge verso la repressione di frodi della specie, soprattutto nel delicato periodo storico che si attraversa, ha proprio l’obiettivo di garantire il corretto impiego delle risorse che lo Stato destina a supporto delle fasce e di quei soggetti maggiormente colpiti dalla crisi economica dovuta alla pandemia, con lo specifico obiettivo di evitare la dispersione di risorse, benefici e forme di aiuto nell’interesse dei soggetti che ne hanno invece diritto, oltre che bisogno.

In tale prospettiva, l’azione di servizio svolta dalla Tenenza della Guardia di Finanza di Osimo si colloca nelle iniziative volte a tutela della collettività e tese al recupero delle risorse illecitamente sottratte ai bilanci pubblici e, di conseguenza, poste a carico di tutti i cittadini.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
  
    

news

Lavorare in presenza, lavorare in smartworking: quali sono le differenze principali fra reale e virtuale nel mondo digitalizzato Lavorare in presenza, lavorare in smartworking: quali sono le differenze principali fra reale e virtuale nel mondo digitalizzato
Rubriche4 minuti fa

Lavorare in presenza o lavorare in smartworking: quali sono le differenze principali fra reale e virtuale nel mondo digitalizzato

Il mondo del lavoro è cambiato negli ultimi 10 anni e lo smartworking rappresenta la conclusione della prima tappa del...

Perché il gioco piace tanto e verso quale futuro sta andando? Perché il gioco piace tanto e verso quale futuro sta andando?
Rubriche51 minuti fa

Perché il gioco piace tanto e verso quale futuro sta andando?

Il mondo dell’intrattenimento oramai è solo online. Con la rivoluzione tecnologica questo trend si era già imposto da tempo, con...

Cronaca2 ore fa

Jesi / Amazon: variante approvata, via libera al cantiere – VIDEO

Il sindaco Fiordelmondo: «Da oggi esiste la possibilità concreta per questo territorio di diventare un attore importante nel panorama economico...

Attualità3 ore fa

Cupramontana / Conto alla rovescia, poche ore alla Sagra dell’Uva 2022

L’augurio del presidente della Fondazione e sindaco, Enrico Giampieri a tutti i cuprensi: «Ce lo meritiamo, se lo meritano i...

Cronaca3 ore fa

Jesi / Il consigliere Giancarlo Catani propone nuova adesione al Premio Vallesina

Interpellanza nel Consiglio comunale di domani, il Comune di Jesi ne era uscito 16 anni fa «ma ora sarebbe opportuno...

Marche news4 ore fa

Covid-19 / Anche oggi nuovi casi positivi sopra quota 1.000

L’ incidenza regionale cresce per il decimo giorno consecutivo e passa da 323,67 a 361,10 di Redazione Ancona, 28 settembre...

Alta Vallesina4 ore fa

Fabriano / Whirlpool, la multinazionale non si presenta al tavolo del Mise

Dura la presa di posizione di Fiom e Cgil: «Governo utilizzi poteri speciali per fermare spregiudicatezza multinazionale» di Redazione Fabriano,...

Cronaca4 ore fa

Jesi / Mre: una targa per ricordare il Mutuo Soccorso

L’edificio di via Garibaldi abbattuto nel 2017, al suo posto un parcheggio, la sollecitazione di Katia Mammoli: «E’ stato una...

Attualità5 ore fa

Cingoli / Il sogno rap di Matteo e Ovidiu

Per poter realizzare il videoclip musical con Martyna Smith, icona top del mondo dello spettacolo, hanno lanciato una raccolta fondi...

Alta Vallesina7 ore fa

Fabriano / Elica, approvata distribuzione di un dividendo ordinario

Francesco Casoli, Presidente di Elica: «Dopo anni di grande impegno e di duro lavoro Elica torna a remunerare» di Redazione...

Meteo Marche