Segui QdM Notizie

Cronaca

CUPRA, LA QUERELLE LUCI AL LED ALLA LOTTIZZAZIONE “GLI ULIVI” E LA MINORANZA INSORGE 

1502491_638821802913306_8110249036782308317_nCUPRA MONTANA, 24 gennaio 2014 – Molti tratti di pubblica illuminazione a Cupra Montana sono vecchi ed inadeguati. In numerosi punti di via Matteotti,via San Giovanni o via Battisti (solo per elencare alcune delle situazioni peggiori) i pali dell’illuminazione sono completamente arrugginiti, spesso marci alla base e già inclinati, con conseguente pericolo per cose o persone.

Ora, svolgendo il nostro costante controllo sulle spese del Comune, abbiamo scoperto che finalmente l’Amministrazione ha deciso di investire qualcosa proprio sulla pubblica illuminazione. Con i soldi delle tasse dei cuprensi (dopo aver regalato circa 20.000 € a causa di errate scelte per un progetto inutile e non necessario) sono stati acquistati diversi corpi illuminanti (solo luci e non pali) a led ed alcune illuminazioni per percorsi pedonali sempre a led (comprensive di palo, altezza 2,5 mt). Verranno sostituiti alcuni corpi illuminanti di via Esinante e Ponte Magno, e si sostituirà praticamente tutta la pubblica illuminazione (sia delle strade carrabili che dei percorsi pedonali) della lottizzazione “gli Ulivi”, per intenderci dove abita l’Assessore ai lavori pubblici. Solo quest’ultimo intervento costerà circa 22.000€ su un totale di 55.000€.

A questo punto diverse domande sorgono spontanee. Perché si cambia tutta la pubblica illuminazione di una lottizzazione di recente fattura come quella degli Ulivi e non si interviene nelle altre zone dove l’usura ha pesantemente compromesso lo stato dei pali fino a farne rischiare la caduta? Perché non si interviene a favore della sicurezza di persone e veicoli in quelle strade dove l’illuminazione è scarsa e rappresenta un rischio (ad esempio viale Mazzini)? Perché si sostituisce una pubblica illuminazione ancora nuova ed attuale e non una più obsoleta tipo quella di via Spontini?

Sui costi dell’operazione e sull’economicità della scelta (effettivo risparmio energetico e tempi di ammortamento della spesa) ci riserviamo di effettuare ulteriori approfondimenti. Intanto speriamo che l’Assessore ai lavori pubblici, che guarda caso abita proprio all’interno della lottizzazione gli Ulivi, voglia dare delle risposte alle domande di cui sopra.

Sarà un caso che l’accorto ed onesto calzolaio va con le scarpe rotte mentre il furbo politicante si fa “le luci” sue?

(Gruppo consiliare “Cupra 2011”)

 

 

 

News