Segui QdM Notizie

Marche news

Ancona Operazione “Stazioni Sicure”, un arresto e una denuncia

Tra Marche, Umbia e Abruzzo, pianificata a livello nazionale dal Servizio Polizia Ferroviaria del Ministero dell’Interno

Foto dell'Operazione di Polizia "Alto Impatto"

Ancona – Vasta operazione tra Marche, Abruzzo e Umbria per garantire la sicurezza dei viaggiatori in treno.

Soni state 801 le persone controllate, una arrestata e 2  indagate in stato di libertà, 52 scali controllati con l’impiego di 103 agenti.

Questi sono i risultati relativi all’attività svolta dagli agenti Polfer nelle tre regioni di competenza del Compartimento Polizia Ferroviaria per le Marche, Umbria e Abruzzo impegnati nella XII giornata denominata  “Operazione Stazioni Sicure ”.

Operazione pianificata a livello nazionale dal Servizio Polizia Ferroviaria del Ministero dell’Interno che rientra nelle numerose iniziative organizzate per tutelare i viaggiatori e la sicurezza del trasporto ferroviario.

Sono stati effettuati controlli straordinari nelle stazioni non presenziate dalla Polizia Ferroviaria per prevenire il verificarsi di comportamenti scorretti quali l’attraversamento dei binari o la presenza di persone sulle linee ferroviarie nei pressi di passaggi a livello o la realizzazione di un selfie oltrepassando la linea gialla che in alcuni casi si sono trasformati in eventi tragici.

In tale attività di controllo straordinario si inserisce anche quello delle infrastrutture e degli obiettivi ritenuti sensibili anche in considerazione del particolare contesto internazionale che stiamo vivendo. 

Nel corso di tali controlli gli agenti della Polfer hanno proceduto all’arresto di un 30enne marocchino nei cui confronti pendeva un ordine di carcerazione.

Imoltre denunciato in stato di libertà un cittadino 24enne marocchino per violazione delle norme in materia di immigrazione.  

(s.s.)

© riproduzione riservata

News