Segui QdM Notizie

Eventi

Castelbellino 25 Aprile: tra Liberazione, San Marco e una mostra fotografica

“Castelbellino: dentro la storia, la storia dentro”, le immagini raccontano l’anima dell’antico borgo in un viaggio visivo che farà avvicinare e rivivere la cultura di un tempo

Castelbellino – Il 25 aprile è una ricorrenza davvero speciale per il paese, con un significato duplice. La Liberazione dal nazifascismo, e la commemorazione di San Marco, patrono di Castelbellino. In questo 2024 il calendario delle celebrazioni si presenta particolarmente nutrito, con l’aggiunta di una interessante novità.

Nella giornata di domani, giovedì, si parte alle 15.30 con una visita guidata del centro storico: ritrovo presso il piazzale di Villa Coppetti. Si prosegue alle 16.30 con la celebrazione della Festa della Liberazione in Piazza San Marco. Alle ore 17, concerto della banda musicale. In caso di maltempo le manifestazioni si svolgeranno all’interno della chiesa di San Marco.

Oltre a questi tradizionali appuntamenti, alle ore 18, nello spazio espositivo del “cantinone”, ci sarà l’inaugurazione della mostra fotografica “Castelbellino: Dentro la storia, la storia dentro”.

«L’idea di ricercare foto d’epoca dell’antichissimo borgo di Castelbellino e delle sue famiglie, nasce dal desiderio di scoprire e ritrovare i volti delle persone che ci hanno preceduto, protagoniste di una parte importante della lunghissima storia della comunità, da fine ‘800 alla prima metà del ‘900, molto diverse per professione, mestiere e ceto sociale, tutte però ugualmente importanti e significative per lo sviluppo e l’identità del paese», fanno dal Comune.

«La ricerca ha suscitato un notevole interesse sia tra i castelbellinesi ancora residenti, sia tra coloro che sono da tempo emigrati: tutti sentono rinvigorito il loro senso di appartenenza e sono gratificati dal ricordo e dalla valorizzazione delle loro famiglie e professioni. La notevole e inaspettata quantità del materiale fotografico ritrovato, di ottima qualità, potrà offrire utile e prezioso stimolo per una politica di ripresa e di sviluppo dell’antico borgo, affinché una storia ultra millenaria, con la sua cultura e le sue attività umane, continui a identificare e dare un futuro alla comunità. Attraverso queste foto è facile immedesimarsi nei luoghi originari, sentire le voci e rivedere la vivacità di un tempo che caratterizzava la vita di Castelbellino».

La mostra rimarrà aperta fino al 19 maggio, nei giorni di venerdì, sabato e domenica dalle ore 17.30 alle ore 19.30.

© riproduzione riservata

News