Segui QdM Notizie

Attualità

Chiaravalle Opposizione compatta attacca Sindaco e maggioranza

«Ai cittadini di Chiaravalle va detto che Costantini lascerà un Comune da ricostruire in tutti i settor

di Gianluca Fenucci

Chiaravalle, 5 dicembre 2022 – «È un vero, tragico, autogol la mozione presentata nello scorso Consiglio comunale dalla maggioranza rappresentata dal sindaco Costantini e letta dal capogruppo Andrea Mosconi: un lungo testo che intendeva esprimere vicinanza, solidarietà, umanità verso le donne assassinate in Iran, solidarietà, umanità, vicinanza condivisa da tutta la minoranza con assoluta sincerità, una sincerità che, tuttavia, non può essere credibile se espressa dalla maggioranza del Sindaco, da Chiaravalle Domani… se un domani lo avrà».

Si esprimono così i consiglieri comunali di tutti gli schieramenti rappresentati in minoranza: Claudio Bolletta e Fabiola Ceccarelli di Fratelli d’Italia, Clelia Buratti del M5S e Jacopo Falà del Pd.

«Non è dato di sapere se l’idea della mozione sia stata del capogruppo Mosconi, del Sindaco o di qualche consigliere: ciò che è certo è che tutta la maggioranza, presidente del Consiglio compreso, ha chinato la testa con lo sguardo rivolto verso il basso, quando l’opposizione ha ricordato che nessuna mozione, nessuna comunicazione, nessuna presa di posizione è stata assunta dai consiglieri di maggioranza quando si è trattato di prendere le difese di una dipendente comunale oggetto di atti persecutori. Quel chinare la testa – secondo i consiglieri di minoranza – ha fatto trasparire vergogna, ma rimanere seduti su quella sedia, anziché andarsene, è altrettanto vergognoso».

E poi gli strali contro il Sindaco.

«Sindaco Costantini in tanti hanno compreso che stai cercando una vittima che ti rappresenti per fare l’assessore o il vice sindaco, ma così non sarà! Intanto inizia ad avere rispetto per l’opposizione presentandoti in Consiglio all’inizio della seduta, nelle commissioni la presenza delle opposizioni c’è sempre stata, le tue comunicazioni non hanno nessuna credibilità. Ai cittadini di Chiaravalle va detto che il sindaco Costantini lascerà un Comune da ricostruire in tutti i settori. Un esempio su tutti, ma purtroppo non è il solo: la Polizia municipale ridotta ai minimi termini. Anche altri settori, ufficio tecnico, bilancio e contabilità dell’ente: assunzioni sulle quali occorrerà accertarsi della corretta dinamica, fatto salvo che c’è una continua fuga di dipendenti».

«All’assessore al personale e sindaco in pectore Ettore Togni chiediamo se tutto questo rientra nella normalità. L’attività di questa maggioranza dovrà essere approfondita anche per quanto riguarda la corretta gestione delle opere pubbliche messe in campo, sia a livello tecnico che economico».

©️riproduzione riservata

News