Segui QdM Notizie

Attualità

CUPRA MONTANA La campagna elettorale inizia col manifesto strappato

A farne le spese la lista “Scelgo Cupra” del candidato sindaco Laura Paolini che condanna il gesto: solidali anche gli altri due candidati Enrico Giampieri e Clarice Orsi

CUPRA MONTANA, 26 agosto 2021 – Quando c’è aria di campagna elettorale e le elezioni si avvicinano, amministrative o politiche che siano, pare risvegliarsi anche un tal senso di appartenenza lievemente appannato che a volte “sostiene” la mano che strappa il manifesto elettorale di quel candidato o che disegna due grandi baffoni a quell’altro, quando certi “disegni” sono limitati alla decenza

Laura Paolini

Considerato che il manifesto strappato è quello della lista civica “Scelgo Cupra (foto in primo piano), i rappresentanti per voce del candidato Sindaco, Laura Paolini, hanno affidato ai social un comunicato nel quale si sottolinea come «la lista civica “Scelgo Cupra” fa un appello a tutte le parti politiche al rispetto dell’avversario nell’imminenza della campagna elettorale. Atti deprecabili come strappare o sfregiare manifesti elettorali, squalificano certamente l’autore del gesto, e lasciano intendere mancanza di rispetto. Pur nella certezza che tutti i candidati concorrano al bene comune del paese, e che la campagna elettorale si svolgerà in un clima di serenità, rimane la gravità dell’atto, che la lista condanna».

Enrico Giampieri

 Alla dichiarazione dei componenti della lista civica vittima dello sfregio sono seguite quelle del candidato Sindaco Enrico Giampieri di “Progetto Cuprail quale a sua volta ha dichiarato via social che «la lista “Progetto Cupra” da me rappresentata condanna questo gesto vigliacco e deprecabile. Azione per la quale sin da subito prendiamo le distanze. Sono convinto che tali modalità, se arrivassero dalla politica non siano quelle giuste per costruire confronti e dibattiti politici sereni e civili. Non immagino e non voglio nemmeno pensare che a campagna elettorale appena iniziata ci si ritrovi in un ambiente avvelenato e rancoroso e pieno di odio. Il rischio esiste e va respinto con ogni forza ed ogni azione. Vorrei pensare, e sono portato a credere che pur condannabile sia solamente una ragazzata. In fondo non ci sarebbe alcun motivo, lavoriamo e ci spendiamo tutti per il bene comune del nostro paese. La lealtà politica vuole il rispetto dell’avversario e sono convinto che da tutte le parti in gioco sia sentita .Al candidato di “Scelgo Cupra” giunga in modo sentito la mia solidarietà e quella di “Progetto Cupra“. Buon Lavoro».

Clarice Orsi

E non è mancata la presa di posizione della candidata Sindaco Clarice Orsi della lista Tradizione e Futuro”, la quale anche lei, intervenendo, ha tenuto a specificare che «come candidata in corsa per Cupra Montana mi sento vicina nell’esprimere dissenso per il gesto. Il rispetto per gli altri come persone, prima ancora che come candidati, di qualsiasi idea, politica, personale o sociale è un fondamento del mio vivere quotidiano, anche attraverso i social. Ragazzata condannabile o evento naturale che sia, mi auguro che la campagna elettorale appena iniziata si giochi nella meritata correttezza».

Una condivisione unanime di atti che anche noi vogliamo credere trattarsi di una ragazzata.

Bei tempi quelli dell’umorismo creativo e colorato delle numerose bacheche sparse per l’anello di Cupra Montana, che attraevano i cittadini divertiti dalla satira politica dei partiti, sempre pronta a colpire con battute esilaranti. Altri tempi davvero!

(o.g.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

News