Segui QdM Notizie
;

Eventi

Cupramontana “Il Bosco dei Frati Bianchi”, presentato il libro di Mauro Perticaroli

Nell’affollata aula consiliare illustrata questa seconda edizione edita dall’Associazione culturale Massa Actii

Cupramontana – La presentazione del libro “Il Bosco dei Frati Bianchi” (seconda edizione) di Mauro Perticaroli, predisposta nella sala Cmconsiliare del Comune, è stata una soddisfazione per l’Associazione culturale “Massa Actii” editrice del libro del certosino ricercatore. 

Il Presidente della Associazione culturale, Oddino Giampaoletti, ha ringraziato Stefania Sorana, la vicesindaco, per l’ospitalità e Marco Ausili, consigliere regionale, per la gradita presenza istituzionale, quindi i volontari dell’associazione per aver predisposto questo appuntamento, e tutti i presenti che hanno affollato l’Aula. 

Prima dell’inizio della presentazione alcuni appassionati della Massa Actii, si sono soffermati a illustrare, notando l’interesse del consigliere Marco Ausili per i numerosi reperti archeologici murati alle pareti, la storia di Massaccio all’ospite. 

Ad aprire questa iniziativa, dunque, Stefania Sorana, che ha sottolineato la storia e i legami dei cuprensi con i Frati Bianchi (Camaldolesi) e l’importanza di quel luogo. 

Il consigliere Marco Ausili ha esposto l’importanza di queste pubblicazioni, da sostenere sempre, perché trattano del nostro territorio, della nostra realtà regionale.

L’autore del volume, Mauro Perticaroli, ha relazionato con dovizia di particolari e informato relativamente alle difficoltà nella preparazione del libro, sui termini scientifici delle piante presenti nel bosco dei Frati Bianchi, sulla sua collocazione, sulla rarità di alcune piante e quelle scomparse, ma anche sulla necessità di curare con discernimento questa Area Protetta 9 della Regione Marche incastonata tutta intorno all’eremo.

L’archeologo Leonardo Pastori, autore di un breve ma intenso scritto contenuto nel libro di Perticaroli, che tratta della storia sorta intorno all’eremo, ha parlato del periodo napoleonico, della nascita dello Stato italiano voluta da Napoleone, della spoliazione del clero e di tutte le sue proprietà e della mancata Restaurazione e restituzione dei possedimenti sottratti alla Chiesa.

Leonardo Pastori, inoltre, ha dato informazioni sulla scoperta della 13ª grotta dell’Eremo dei Frati Bianchi (la Tebaide) della quale non vi era conoscenza.

© riproduzione riservata

News