Segui QdM Notizie

Eventi

Cupramontana Sagra dell’Uva: «Sarà quella della Rinascita», presentata l’86ma edizione – Video

Il conto alla rovescia è iniziato, l’evento più atteso dell’anno si svolgerà dal 28 settembre al primo ottobre, con due anteprime

CupramontanaL’evento più atteso dell’anno si avvicina, e il paese è in fermento.

Presentata oggi nella sala consiliare l’86ma edizione della “Sagra dell’Uva” che celebra la tradizione vinicola della regione e del luogo, preceduta come ogni anno da due appuntamenti che faranno da apripista, il Grande Verdicchio (22-23 settembre ), che riunisce ormai da molti anni giornalisti, degustatori e appassionati, facendo conoscere il simbolo della viticoltura marchigiana, e il Premio Etichetta d’Oro (24 settembre) per celebrare l’eccellenza delle produzioni italiane di vino, birre e distillati, riservato alle aziende italiane del settore.

Da giovedi 28 settembre a domenica 1 ottobre quattro giornate all’insegna di eventi con balli popolari, palio della pigiatura, sfilata dei carri allegorici, stand gastronomici e concerti in Piazza Cavour, presentate dal sindaco Enrico Giampieri (foto in primo piano), con la partecipazione del vicesindaco Stefania Sorana, di Maria Luisa Pelagalli, vice presidente Fondazione Carifac, di Francesco Perticaroli, Grafico e Art Director, Giorgia Clementi rappresentante dei Carri Allegorici, Linda Cerioni rappresentante degli stand gastronomici Le Capanne, assente per motivi personali Massimo Cimarelli, portavoce del Palio della Pigiatura.

Enrico Giampieri

«Siamo pronti per questa edizione, gli stand stanno prendendo forma, e i ragazzi stanno lavorando a pieno ritmo nel laboratorio carri, se la scorza edizione è stata una ripartenza, quest’anno sento il bisogno di vivere la Sagra nei suoi aspetti più belli, in amicizia, sarà la Sagra della Rinascita», ha sottolineato il primo cittadino Enrico Giampieri.

Due grandi sponsor, Faber e Panatta sosterranno la manifestazione, entrambi legati da quel senso di appartenenza al territorio, al fianco della Fondazione Carifac.

«Ci siamo sempre stati – ha sottolineato la vicepresidente Maria Luisa Pelagalli – mi sento di fare un plauso speciale ai ragazzi, alla fantasia e alla ingegnosità dei giovani del territorio che durante l’arco dell’anno danno sfogo a tutta la loro creatività per presentare al meglio la sfilata dei carri allegorici, evento clou della Festa»

Una Sagra che guarda al futuro, ma con una certa continuità, come ha sottolineato Francesco Perticarori ideatore del logo e art director dell’evento: «Dal grappolo astratto dello scorso anno, al grappolo dinamico, con l’obiettivo di dare un’identità rappresentativa a un evento complesso e ricco, cercando di accogliere le aspettative di tutti».

Si allarga di anno in anno la grande famiglia dei carristi, «da 197 dello scorso anno siamo arrivati a 240, un buon risultato, c’è un bel clima, anche se non manca mai quella sana competizione», ha spiegato e Giorgia Clementi.

Anche Le Capanne iniziano a prendere forma, «saranno 10 gli stand a rappresentare le associazioni e le cantine del territorio, sempre più complesse e ricercate, ogni anno si aggiungono componenti che vogliono portare avanti le tradizioni cuprensi naturalmente affiancati da chi ha fatto la storia della Sagra», ha detto Linda Cerioni.

Tutto pronto, dunque, per questa Sagra della Rinascita, tradizione, buon vino e allegria rallegreranno quella che non a caso si chiama la Capitale del Verdicchio.

© riproduzione riservata

News