Connect with us

Alta Vallesina

FABRIANO / 30 ANNI DI AVULSS, 30 ANNI A SERVIZIO DELLA COMUNITÀ

FABRIANO, 13 novembre 2018 – 30 anni di impegno e servizio per aiutare i più deboli ed i più soli. L’Avulss Fabriano festeggia i primi 30 anni di attività organizzando un convegno per parlare dell’”Accompagnare umanamente la vita alle soglie dell’oltre”, un dialogo per discutere della cosiddettà “Legge del fine vita”. 

Incontro che partirà alle 16 del prossimo 23 novembre, (ingresso libero) all’interno della sala grande del Palazzo del Podestà interverranno la dottoressa Rosa Rita Silva primario oncologia dell’Area Vasta 2, il Professor Luigi Alici docente di filosofia morale all’università di Macerata ed il professor Bilotti (docente di diritto privato) all’università europea di Roma.  Ad accompagnare la giornata le musiche del Maestro Marco Agostinelli.

30 anni a servizio della città per l’Avulss, Associazione per il Volontariato Socio Sanitario nelle Unità Locali, realtà nata a Fabriano nel 1988.

La scintilla di tutto  quando un gruppo di persone, venute a conoscenza di una nuova esperienza di volontariato creata da don Giacomo Luzietti, un sacerdote di Corinaldo, con la guida e lo stimolo di don Silvano Lametti hanno dato vita al primo Corso di Formazione per i  nuovi volontari.

L’attività di volontariato è svolta dall’Avulss a livello di territorio e di quartiere, quale strumento di promozione, di difesa e tutela della salute dell’uomo, di partecipazione, di sensibilizzazione, di animazione e di testimonianza nel mondo socio-sanitario, per dare una adeguata risposta ai reali bisogni dei cittadini.

Molte le attività che l’associazione svolte sul territorio: gruppo pasti, gruppo ospedale, gruppo casa di riposo , gruppo animazione, gruppo compagnia  e gruppo ascolto. Volontari quindi, ma prima di tutto supporti di umanità.

“Quando ogni volontario varca la nostra porta della sede in piazza Manin, e riesce a vivere questa esperienza –osserva la presidente dell’associazione Pellicciari – si sente gratificato anche lui”.

Ma prima della conferenza a palazzo del Podestà, e seguendo lo spirito che da un trentennio li anima nella attività sul territorio della città della carta, ecco “Ponte tra le età” lanciato dall’Avulss per unire generazioni diverse  e dedicato a tutti gli assistiti.

Un progetto che prende spunto da uno chiamato Solidarietà Intergenerazionale (2002) studiato insieme all’Ambito X e che sarà dedicato all’incontro tra gli assistiti dall’associazioni ed giovani che hanno preso parte al progetto “Un ponte tra le età”.

Quest’anno saranno protagonisti i ragazzi della scuola secondaria di primo grado Marco Polo (accompagnati dal gruppo animazione Avulss) per un contributo artistico e rendere ancora più intensa la prima parte della giornata del 23 novembre.

Durante l’incontro (e prima del pranzo sociale) anche la messa celebrata dal Vescovo Monsignor Stefano Russo.

(s.s.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
  •   
  •   
  •  
  •  
Continua a leggere
Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.