Segui QdM Notizie

Attualità

FABRIANO “8 Personali per 8 Artisti”, un ponte d’arte tra Marche ed Umbria

La mostra dal 27 febbraio al 27 marzo, all’interno della Galleria delle Arti di via Gioberti

FABRIANO, 26 febbraio 2022 – L’arte come ponte tra regioni, per far dialogare artisti diversi ma capaci di trovare il “bello” in più forme e condizioni.

Dalla collaborazione tra le associazioni, “InArte” di Fabriano e “Spazio 121 Arte” di Perugia, nasce “8 Personali per 8 Artisti”, rassegna d’arte per unire le sensibilità artistiche a cavallo dell’Appennino centrale.

Con il patrocinio del Comune, sarà Fabriano ad ospitare presso la “Galleria delle Arti” le mostre personali di apprezzati autori del territorio: Romeo Battisti con “Essere nell’essere”, Nadia Belardi con “L’urgenza delle mani”, Angelisa Bertoloni con “Sala prova”, Luigi Cioli con “Pittura”, Pippo Cosenza con “No time – No space”, Lughia con “Merchandising”, Sergio Mustica con “Il bello e il buono” e Cecilia Piersigilli con “Dissoluzioni”.

La mostra è curata da Anna Massinissa, Giuseppe Salerno e Pippo Cosenza.

«Parliamo di arte in un momento molto difficile per il mondo – ha commentato Giuseppe Salerno – l’arte è comunicazione, è visione critica del mondo e quello che fa scatenare le guerre è la mancanza di comunicazione. Parlare di arte è importante proprio in questo momento perché il dialogo tra gli individui è fondamentale e la relazione tra gli artisti di Fabriano e dell’Umbria si muove per aprire le aprire le porte per comunicare arte».

Dello stesso avviso Anna Massinissa, anche lei curatrice e presidente di InArte.

«L’arte e gli artisti hanno continuato a lavorare alacremente in questo periodo estremamente difficile. Durante la pandemia la ricerca e la produzione artistica è stata intensa. Vogliamo che queste otto mostre siano anche una testimonianza di quando l’arte possa fare la differenza in più di un’occasione. L’arte non ha fine, e questo è il senso di questa mostra che vogliamo testimoniare. L’arte per raccontare e raccontarsi in uno spazio dove tutti posso partecipare ed incontrarsi».

Otto esposizioni che, fortemente caratterizzate, sono un viaggio nella poetica e nelle modalità proprie di ciascun artista. Il figurativo, l’astratto, il materico, il simbolico ed il concettuale si incontrano e si arricchiscono reciprocamente in un grande spazio espositivo la cui conformazione risulta essere la migliore metafora della complessità che connota il mondo e che l’arte è chiamata a rappresentare.

Dal 27 febbraio al 27 marzo, la mostra sarà visitabile presso la Galleria delle Arti, in via Gioberti, dal venerdì al sabato tra le 17.00 e le 20.00 e, in ogni altro giorno, su appuntamento telefonico (3400884571 – 3483890843).

L’inaugurazione è domenica 27 febbraio alle ore 11 e l’ingresso alla mostra sarà gratuito.

(Redazione)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

News