Segui QdM Notizie

Attualità

FABRIANO ORAZIO GENTILESCHI, INCONTRO ALLA PINACOTECA DI ANCONA

La mostra potrà essere visitata fino al prossimo 8 dicembre 2019 alla Pinacoteca Bruno Molajoli di Fabriano

L’allestimento della mostra all’interno della pinacoteca “Molajoli” di Fabriano

FABRIANO, 23 ottobre 2019 – La mostra “La luce ed i silenzi”, dedicata ad Orazio Gentileschi e a tutti i caravaggeschi nelle Marche sfonda “quota” 5.600 visitatori, e si racconterà sabato (26 ottobre, ore 18) all’interno della sala conferenza della pinacoteca “Podesti”.

L’evento, organizzato dalla Cooperativa Le Macchine Celibi e aperto al pubblico, rientra nell’ambito nella nuova programmazione della Pinacoteca Civica di Ancona dal titolo “Percorsi nell’arte. Ancona e le Marche attraverso i secoli”.

Tema centrale dell’incontro, moderato da Marta Paraventi e condotto da Anna Maria Ambrosini Massari e Alessandro Delpriori, è l’arte del Seicento. A partire dalla figura di Orazio Gentileschi, che nelle Marche ha introdotto il canone caravaggesco, i due curatori della mostra di Fabriano illustreranno le attività di tutti quegli artisti che, seguendo il ‘filone caravaggesco’, hanno contribuito a diffondere nella regione linguaggi personali ed estroversi come Giovan Francesco Guerrieri, Alessandro Turchi, Giovanni Baglione e Mattia Preti. Ma anche un focus su tutti quegli artisti che hanno fatto da contrappunto a questa tendenza come Annibale Carracci, Giovanni Lanfranco, Guercino, Emilio Savonanzi, Simone Cantarini e Guido Cagnacci.

Una mostra che fa parte del progetto Mostrare le Marche, nato dal protocollo d’intesa fra la Regione, il Mibac, l’Anci Marche, la Conferenza Episcopale e i Comuni di Macerata, Ascoli Piceno, Fermo, Loreto, Matelica e Fabriano per promuovere la conoscenza e lo sviluppo dei territori colpiti dal sisma del 2016. L’esposizione è l’ultima di un ciclo di 5 grandi mostre che hanno già interessato le città di Loreto, Macerata, Ascoli Piceno, Fermo, Matelica.

(redazione)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

News