Connect with us

Alta Vallesina

FABRIANO / TONINELLI E CONTE AI CANTIERI QUADRILATERO, LA SODDISFAZIONE DI SANTARELLI

“Prima l’intervento al Mise per Astaldi, poi mano ai singoli cantieri della multinazionale”

 

FABRIANO, 4 aprile 2019 – “La visita di Conte e Toninelli rappresenta la conferma di quanto ho sempre sostenuto e testimoniato, ossia la forte attenzione del Governo nei confronti dell’opera“.

Commenta così il primo cittadino l’imminente arrivo del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ed il Ministro delle infrastrutture e dei trasporti Danilo Toninelli per la ripartenza annunciata dei lavori lungo la ss76 e la Pedemontana delle Marche.

Cerca di ricostruire il percorso fatto Santarelli, ricordando che sin dai primi giorni dall’insediamento dei “giallo-verdi” è iniziato il dialogo tra territorio e governo centrale per far capire la centralità dell’opera.

“Abbiamo lavorato per far percepire ai Ministeri l’entità del problema – osserva il primo cittadino di Fabriano –  e abbiamo sin da subito facilitato l’interlocuzione tra Ministri e Quadrilatero per individuare un percorso che consentisse la ripresa dei lavori. L’intervento del Governo è avvenuto per step affrontando prima la questione della crisi di Astaldi al tavolo del  MISE e solo dopo mettendo mano ai singoli cantieri in mano alla multinazionale”.

“Abbiamo sempre seguito da vicino le diverse fasi facendo il giusto pressing sulle istituzioni, consapevoli che eravamo, e siamo, di fronte a un fenomeno che va affrontato a più alti livelli. A metà febbraio mi ero impegnato pubblicamente a fare in modo che il Ministro inserisse la 76 tra i cantieri che stava visitando e ora posso dire che anche questo impegno è stato mantenuto”, commenta ancora Santarelli.

Parla del “lavoro di squadra” tra territorio e Roma Santarelli, (nello specifica cita i rappresentanti pentastellati fabrianesi eletti, Patrizia Terzoni e Sergio Romagnoli), e promette di “Monitorare e controllare che tutto vada come deve” facendo ovviamente riferimanto al percorso di ripresa di lavori dell’opera.

“Non nascondo che per noi è anche una bella rivincita nei confronti di chi non ha mai perso occasione per provare a denigrare quanto stavamo facendo. Una bella dimostrazione di serietà e solidità di tutto il gruppo”.

Cronoprogramma Anas

Annunciato da Anas, unitamente alla ripresa dei lavori graduele fino al “pieno regime, anche il termine dei lavori (Pedemontana delle Marche compresa): per il tratto Fossato di Vico-Cancelli l’apertura al traffico è prevista in estate, mentre le opere complementari (finiture, sistemazioni idrauliche, opere in verde, ecc.) saranno ultimate entro l’anno.

Nel tratto Albacina-Serra San Quirico i lavori comprendono anche gli ulteriori interventi, recentemente approvati e finanziati dal CIPE, per l’adeguamento delle gallerie esistenti Gola della Rossa e San Silvestro, entrambe in carreggiata Sud.  L’apertura al traffico è prevista nella primavera del 2020.

Per quanto riguarda il completamento della Pedemontana delle Marche, l’apertura al traffico del primo tratto è prevista entro l’anno. Per ora a lavoro una trentina di addetti, per le prime lavorazioni funazionali alla ripresa dei lavori. Entro la metà del mese il rientro degli altri (circa 130 in totale) per la ripresa a pieno regime dei lavori.
(s.s.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
  •   
  •   
  •  
  •  
Continua a leggere
Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.