Segui QdM Notizie

Attualità

Fabriano Tutti i colori del mondo per Fabriano InAcquarello

La mostra internazionale, che sarà esposta fra il Museo della Carta ed il Palazzo del Podestà, è composta da 1.257 opere

Fabriano – Parte da oggi la grande esposizione degli acquarelli legata alla quattordicesima edizione di Fabriano InAcquarello, che nel corso degli anni è diventata punto di riferimento per la pittura ad acqua su carta.

La mostra internazionale, che sarà esposta fra il Museo della Carta ed il Palazzo del Podestà, è composta da 1.257 opere provenienti da 80 paesi del Mondo, divise in due collezioni e presentate anche in versione digitale nei due plessi.

Fabriano InAcquarello ha consolidato ad oggi una comunità internazionale di oltre 35.000 artisti e Maestri, diffusi in 80 paesi che si sono connessi con Fabriano e con la sua grande storia di carta fatta a mano, diventano uno dei punti di riferimento per l’arte dell’acquarello mondiale.

I lavori esposti a partire da stamattina sono stati selezionati in ciascun paese di provenienza a testimonianza dei grandi Maestri e della diversità della tecnica artistica applicata da ciascuna cultura.

Le opere costituiscono una rara e variegata aggregazione, che, senza frontiere, indaga e stimola il settore dell’acquarello su carta. Ricco il programma di oggi.

A partire dalle ore 9 a palazzo del Podestà si potranno ammirare già le opere dei maestri internazionali, mentre alle 18.30 l’inaugurazione ufficiale della mostra che colorerà l’estate fabrianese.

L’esposizione all’interno del museo della carta e della filigrana potrà essere visitata nella sua interezza a partire da domani, 2 luglio.

Durante il periodo della mostra, in date ancora da stabilire, presso il corridoio centrale del Palazzo del Podestà si svolgeranno dei laboratori di pittura con i Maestri Domenico di Meco e Ida Tentolini ed un laboratorio di pittura per bambini e adulti con gli artisti di InArte.

«L’arte è di tutti», ha ripetuto in più di un’occasione Anna Massinissa presidente di InArte e curatrice del “progetto” Fabriano InAcquarello, che ha poi anche ricordato l’impegno degli oltre 200 volontari collaborano costantemente per mantenere viva una kermesse così complessa da gestire.

Ma l’estate a colori non si limiterà alle mostre, perché dal 17 al 20 agosto ci saranno gli eventi che concluderanno la quattordicesima edizione di Fabriano InAcquarello. Nei quattro giorni finali gli artisti esploreranno il territorio tra performance di pittura, poesia e laboratorio andando alla scoperta anche dei borghi di Genga ed Elcito.

Gran finale il 20 agosto – con la chiusura delle mostre – e con le performance dei maestri Angelo Gorlini, Agnes Gates, la performance di Tejo Van Den Broek ed il conferimento del “FabrianoInAcquarello 2023 recognitions”.

Oltre al team di InArte che ha organizzato la kermesse 2023, c’è stato il supporto della Città di Fabriano, del Ministero della Cultura, della Regione Marche, dell’Unione Montana e dei Comuni di Serra San Quirico e Genga.

Sostegno anche da parte del brand “Fabriano” del gruppo Fedrigoni, e di tanti produttori e di enti che supportano Fabriano InAcquarello in Italia e nel Mondo.  

© riproduzione riservata

News